Mafia all’angolo

4

18/07/2019

M entre i padrini corleonesi morivano in carcere, sepolti al 41 bis fino all’ultimo respiro, i perdenti della guerra di mafia degli anni Ottanta tornavano in Sicilia. Gli Inzerillo riconquistavano un posto di primo pano nella nuova Cosa Nostra palermitana. Il carcere è oggi il loro approdo, proprio come per gli acerrimi nemici Totò Riina e Bernardo Provenzano. Lo stato anni dopo avere cancellato la declinazione stragista della mafia, ha prima azzerato con un blitz dei carabinieri di fine 2018...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.