cerca

Imprese in rivolta, ma il capo di Huawei: “Raggi ha capito il futuro” L’esasperazione degli imprenditori romani che si sentono presi in giro ma non reagiscono. La piccola elemosina cinese

4 Aprile 2019 alle 17:31

L’esasperazione degli imprenditori romani che si sentono presi in giro ma non reagiscono. La piccola elemosina cinese

Roma. “E’ dall’inizio del suo mandato che proviamo invano a dialogare con il sindaco Raggi”, racconta Filippo Tortoriello, presidente di Unindustria, la Confindustria capitolina. “Tutti i tentativi di avviare un lavoro insieme sono sempre andati a vuoto: nelle rare occasioni in cui l’abbiamo incontrata è stata molto gentile, ha promesso di vederci, ma poi niente”. Una sordità che lunedì ha costretto Unindustria insieme alle sei principali associazioni di categoria di imprenditori, commercianti e agricoltori ad abbandonare l’atteggiamento dialogante e fare...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

7

04/04/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi