La solita acqua

4

29/06/2019

Q uando il caldo si fa così opprimente diventiamo consapevoli di quanto l’acqua sia vitale. Due del pomeriggio, metropolitana, gente appiccicaticcia e puzzolente, esci e fa ancora più caldo, non tira un filo di vento, sei una spugna imbevuta di sudore, goccioline e gocciolone si fanno strada sotto gli occhi, sul collo, nell’incavo della schiena, nell’ascella del ginocchio (cavo popliteo)… desideri solo l’acqua! In tutte le sue forme: pioggia, doccia, fontanella, ghiaccio! Il cervello non è scemo, ti tira una...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.