cerca

L'incredibile Cavaliere sdoganante

5 Giugno 2014 alle 18:28

Prima ha indirizzato verso la sua visione politica, ripagato con il tradimento finale ricevuto da Fini, gli ex fascistelli impresentabili alla politica nazionale, messi addirittura fuori dal Parlamento da una legge dello stato all'inizio della prima repubblica; diciamo che ha sdoganato la destra che poi ha avuto un suo consenso elettorale, senza di lui molto meno. Adesso ha portato verso le sue idee di riforma Matteo Renzi, idee che sono le uniche necessarie e utili al paese e che la maggioranza sostiene come ha dimostrato il 40% alla sinistra alle europee, ma con una minoranza di blocco conservatore che si oppone strenuamente. Insomma ha sdoganato anche la sinistra che tanto presentabile agli italiani ancora non era, avendo spesso scelto la faccia di un ex democristiano in diverse politiche, nonché persone della cosiddetta società civile, termine orribile e non veritiero perché le persone della società civile per me è chi fa volontariamente e gratuitamente volontariato. Ha sdoganato gli ex comunisti, con la sua benedizione, con qualche zampata di opposizione ed uno sguardo benevolo da lontano, da lui sempre aborriti e che tanto male attraverso i giudici gli hanno fatto. Solo con il centro non c'è riuscito, diciamola tutta Casini e Mauro sono ingestibili, condannandolo all'insipienza e all'irrilevanza politica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi