cerca

Retorica violenta?

15 Novembre 2012 alle 19:10

A volte alcune prese di posizione mi lasaciano interdetto. Mi chiedo: ma ci si rende conto? Ma vi rendete conto? Sapete quello che sta accadendo? La mia risposta è che no, non sapete e non capite quello che succede, forse lo sapete ma non lo capite comunque!, altrimenti avreste ben altre opinioni. Se aveste comprensione delle cose allora definireste "retorica altrettanto violenta" altre opinioni (una a caso? quel pensiero mainstream che dice che siamo alla frutta e non ci resta che pagare e penare, penare e pagare, ad libidum) È perció evidente che vi sfugge la ragione della violenza... o meglio ne avete una visione parziale, non veritiera e quindi errata. Riconoscete una violenza, quella più semplice e manifesta della pietra e della spranga, ma non vedete l'altra, l'azione deflattiva con cui i cosiddetti leader (procuratori con licenza di (s)vendere il nostro futuro) ci stanno tenendo sotto continua e insostenibile pressione. E tale violenza é sistematica e pervasiva e molto piú vile e subdola sia della pietra che della spranga, perchè lastrica di buone intenzioni una strada che porta all'inferno. Ciò detto, quelli lá in strada sbagliano bersaglio, metodi e modi. Mi si dirà che "bisogna reagire, e reagire è meglio che subire con colpevole indifferenza". Ma quelle reazioni sono un errore, un errore altrettando decisivo quanto la colpevole e passiva indifferenza. Purtroppo la violenza "low cost" e "low level" ovvero "no brain" é un segnale del baratro intellettuale in cui ci si ritrova: "dal penso dunque sono" si é oggi al "non penso ergo meno le mani e tiro le pietre". La guerra non si combatte in strada. La guerra é alta e altrove. Il nemico non é il casco blu (Grillo! Dici boiate caro te!). Il nemico è quello che ti mette paura. Il nemico è quello che ti domina con la paura. Paura di scegliere, paura di osare, paura di farti una famiglia, paura di fare figli, paura di consumare troppo, o troppo poco, paura di invecchiare, paura di morire e cioè di vivere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi