cerca

Regni e Repubbliche

4 Giugno 2012 alle 14:00

La differenza si rileva anche dal modo in cui un popolo può descriversi. Il Regno Unito é un appellativo che viene usato quotidianamente nel paese omonimo e non suona affatto artificiale, distante o problematico anche se spesso, (usanza molto comune in quel paese di siglare i nomi) si usa nella sua versione ridotta di UK. Al contrario la Repubblica Italiana mi sembra sia un termine d'uso poco comune, riservato alle funzioni ufficiali o ufficiose il che evidenzia una certa distanza tra quello che il termine rappresenta e il popolo che vorrebbe/dovrebbe rappresentare. Non che il popolo del Regno Unito sia più omogeneo o unificato del popolo della Repubblica Italiana, tutt'altro! Sono anche loro un paese di genti diverse e disparate. Ma nei momenti in cui si cerca di esprimere un senso di identità o/e di appartenenza la differenza tra i due paesi e popoli a me appare quasi incommensurabile. Come paragonare una "Festa" della Repubblica con The Queen's Diamond Jubelee? Purtroppo nella loro simbologia e capacità di esprimere un senso mitico di appartenenza di popolo non due eventi paragonabili. E ritornando alle parole, "Viva la Repubblica" non potrà mai trasmettere quel senso profondo, lo chiamerei archetipico, di unità di popolo che i cittadini del Regno Unito possono trarre dal "God Save the Queen".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi