cerca

La scuola: una microsocietà

16 Marzo 2011 alle 15:00

È proprio vero, la scuola è il problema dei problemi. Sono molti gli elementi che concorrono a creare questa microsocietà il cui governo non è per niente facile. Il sig. Cristiano asseriva: gli studenti "dovrebbero studiare e basta". E su questa pia illusione mi trovo del tutto d'accordo. Ora lei,sig.Moreno,aggiunge: “come indurre simile disponibilità(allo studio)?” e argomenta che,al dunque,tutti si tirano indietro per non prendere posizioni politiche. Ebbene, sig. Moreno,per quanto mi riguarda nel mio discorso sulla scuola-lo creda o no-non c'è alcuno spunto politico. Preso atto del fatto che la politica permea tutti gli aspetti della società civile, e che chi ha il potere lo userà sempre nella direzione politica che più gli piace e gli conviene, affermo che la situazione di fatto nella scuola è di una tale evidenza che parla da sé-senza filtri politici-di un degrado che a ragione la colloca agli ultimi posti nella graduatoria della efficienza e del livello di preparazione delle scuole europee. A questo si deve porre rimedio, senza trovare pretesti di sorta. Ma come? La trovo, con tutto il rispetto, una domanda retorica. Nella Scuola, cui viene dato un indirizzo da chi vi è preposto ai massimi livelli(come oggi sta avvenendo) operano già da molti anni diverse componenti,come lei sa bene. Le principali sono rappresentate dai docenti e dai discenti;ognuno deve fare la sua parte, com'è naturale. Gli uni insegnano, gli altri devono imparare. È una "legge" imperitura. Può capitare che ci siano delle debolezze sia negli uni che negli altri, ma quando una delle due parti risponde "non ora, grazie" quasi totalmente (con poche lodevoli eccezioni)alle più o meno valide proposte (che pervengano da destra,da sinistra o dal centro), per una inveterata abitudine a considerare lo studio-inteso come personale applicazione-come un impegno gravoso da evitare il più possibile a favore di attività più gratificanti,ogni tentativo per indurre la disponibilità di cui lei parla, sig. Moreno, risulta del tutto vano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi