cerca

Ancora sulla scuola. Replica, senza polemica, al sig.Cristiano Cossu

14 Marzo 2011 alle 17:30

Alcuni giorni fa un insegnante sosteneva l'inutilità della funzione della scuola dal punto di vista culturale e formativo a meno che non si tornasse ad una drastica selettività, oggi del tutto irrealizzabile. Sono stata stimolata a molte riflessioni anche dal suo intervento, sig.Cossu, e da quello di una signora che criticava il ruolo degli insegnanti molti dei quali sarebbero inadeguati. Tutte le opinioni sono legittime. Lei ha replicato con una ironia fuori luogo, determinata da una espressione che ha provocato la sua irritazione, ma che era giustificata dal fatto che l'apprezzabile progetto da lei proposto è già ben presente nei programmi scolastici dei vari gradi dell'istruzione. Le sembra strano? Ebbene, la grande maggioranza degli studenti non ne sono interessati;o meglio, possono prestarvi una certa attenzione durante le lezioni,ma quando si tratta di studiare a casa è tutt'altro discorso. Forse le è sfuggito che la scuola è frequentata,già da molti anni, da ragazzi ai quali la vita oggi riserva molte occasioni di svago e di distrazioni a cui danno la preferenza. Non tutti i docenti sono all'altezza,certo,ma le maggiori responsabilità le hanno i fruitori dell'istruzione,quelli che(eccezioni a parte)affrontano gli studi con superficialità, trovando cioè ogni pretesto,anche il più insulso,per assentarsi dalle lezioni e intendendo per "studio" una sbrigativa occhiata,alla sera,a svariate discipline,per una o due ore al massimo,con la mente rivolta all'allenamento sportivo che di lì a poco li attende o alla televisione o al computer etc. Non considero"discoli"questi ragazzi,ma non le sembrano,questi,motivi sufficienti per inficiare il buon esito dell'istruzione?Lo studio vero è impegno: applicazione, riflessione, rielaborazione, memorizzazione, sono elementi fondamentali nello studio, ma tutto ciò è ignorato da tanti allievi. Di qui il nocciolo del problema.Difficile da capire? E la soluzione?Davvero banale: basterebbe essere più disponibili allo studio, anche a costo di rinunce.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi