cerca

Società malata

12 Gennaio 2009 alle 14:00

Al Kingston Hospital un signore di 46 anni e' morto perche' per 26 giorni non e' stato nutrito, i medici dicono che credevano ci pensassero le infermiere, impossibile per loro accorgersi delle sofferenze e degli effetti di questa "dimenticanza". Il signore di 46 anni era affetto dalla sindrome di down. Altre “dimenticanze” nello stesso ospedale per pazienti epilettici o con ritardi mentali. Del resto si tratta solo di errori, cose che capitano. E poi con i progressi delle scienza e' colpa dei genitori che hanno fatto nascere figli che si sapeva gia' sarebbero stati affetti da quella o dall'altra malattia. Pensa: oggi che si sa anche isolare il gene che da’ in teoria una maggiore probabilita' di contrarre una certa malattia, certe persone sono cosi' folli da voler far nascere a tutti i costi ad esempio un bambino affetto dalla sindrome di down, magari anche amandolo come se fosse una persona "normale". Pero’ cosi facendo la societa' subisce un danno e la stessa scienza che avrebbe potuto salvare questo "errore" della natura, risparmiando dolore, difficolta' e costi, prima o poi rimedia. Li aspettano in ospedale, hai capito bene, li aspettano malati, feriti, ancora piu' deboli e poi via alla soluzione finale e poi perche' sprecare i farmaci, le cure? Risparmiamo anche sul cibo, con tutti i bimbi “normali” che muoiono di fame tutti i giorni nel mondo, vai a curare quelli che non dovevano nemmeno nascere? Gia’ utilizzano le statistiche per curarci, che bella scienza quella che usa le statistiche e tratta le persone come punti su una curva! Chissa’ se lo sapete che se siete fuori dalla curva non vi curano nemmeno. Certo, non vale la pena di curare i vecchi o chi essendo in condizioni gravi costa troppo. La medicina deve essere pratica e praticabile altrimenti fallirebbe il sistema. Dice che hanno decifrato il genoma, ma cosa lo usano a fare?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi