cerca

La misurazione del riscaldamento globale

5 Gennaio 2009 alle 20:05

Concordo con il signor Anselmi: ogni misurazione è legata al metodo con cui viene effettuata, ma a me pare evidente che tutti gli interessi economici siano favorevoli a dimostrare che il riscaldamento globale non esiste, pertanto cercano di "misurarne" la non sussistenza. Come ho già detto, la maggior parte dei rilievi fatti seriamente, diertti de indiretti, indicano che negli ultimi anni c'è una tendenza ad un accelleramento del riscaldamento della terra, che in parte può essere fenomento naturale. E' vero tra trenta anni o cinquanta, avremo dati più certi, ma che senso ha aspettare che dal computerone esca un numerino assolutamente incontestabile per accorgersi che il problema ambientale esiste e sarà una delle principali sfide del futuro? Inoltre negare il problema ambientale a livello globale (il riscaldamento ne è un aspetto significativo perchè legato all'energia) significa negarlo a livello locale, perchè il primo altro non è che la sommatoria degli altri, con le conseguenze che ciò comporta, ossia continuare una politica di assoluto spreco delle risorse.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi