cerca

Materialismo e crisi dei valori

28 Novembre 2008 alle 16:00

La crisi valoriale, che alcuni vorrebbero originaria del ’68, mi pare abbia radici ben più risalenti. Del resto attribuire una data di nascita ad un fenomeno sociale significa dimenticare che ogni tempo è rappresentazione della società che lo abita, e che questa è figlia di quella che l’ha preceduta e genitore di quella che la segue. Tutti mi pare siamo concordi nel ritenere la crisi una diretta conseguenza della povertà spirituale e che questa sia da porsi in relazione immediata con il materialismo imperante: però non credo che questo fenomeno possa considerarsi un effetto indesiderato della modernità. La prevalenza dei valori spirituali su quelli materiali e l’idea che i secondi rappresentino un serio pericolo per i primi è pensiero che accompagna l’uomo dagli albori della civiltà. Ricchezza, bellezza, potere, sono simboli eterni di successo, come eterna è l’inclinazione dell’uomo a rendersene schiavo, allontanandosi dalla virtù quanto più si lega a quelli; e non è senza significato che ogni periodo di difficoltà materiali (di individui o di società) segni invariabilmente un risveglio spirituale. Il fenomeno, in epoca di globalizzazione, è dunque solo quantitativamente diverso: i media pubblicizzano il messaggio ma non lo creano, al più lo modellano nella forma ma non nella sostanza (cioè ad es. la bellezza è il messaggio, il tipo di bellezza è la forma) La pubblicità si lega al consumismo, che è invece senza dubbio il portato delle economie di mercato, e dunque fenomeno tipico della modernità. Qui però non ci sono alternative: indurre nuovi e continui consumi è condizione per l’esistenza del sistema che per sua natura o va avanti o cade. Interessante anche la relazione tra liberalismo e valori che a me paiono intrinsecamente contraddittori. Chiudo con una considerazione personale che credo non arbitraria: se la cultura di morte è, altro non è che il materialismo ossessivo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi