cerca

Povera scuola

19 Novembre 2008 alle 11:00

Da oltre trenta anni il numero degli studenti è in costante diminuzione. Olte ad avere, in quel lasso di tempo, eliminato i voti, la valutazione della condotta e il merito in generale, si sono verificate alcune cose: è stato più o meno triplicato il numero degli insegnanti nella scuola elementare e, in generale, il numero degli insegnanti è aumentato anzichè diminuire, la spesa pubblica per l'istruzione è superiore alla media dei paesi UE e i risultati pessimi, tanto da posizionarci agli ultimi posti nelle classifiche mondiali sulla cultura e formazione scolastica di qualsiasi livello. Ora l'Università, a quanto pare, porta avanti imperterrita l'assunzione di altri 4.000 parenti o amici, probabilmente non soddisfatta di avere raddoppiato, senza che vi fosse nessuna esigenza didattica, il numero dei corsi dal 2001 a oggi. Il sonno della ragione genera maestri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi