cerca

Continuità didattica

28 Ottobre 2008 alle 11:15

Storia di una classe la cui insegnante è in maternità prolungata. A settembre comincia la convocazione dei supplenti: per ognuno dei nomi in graduatoria c'è prima la telefonata, poi il telegramma e infine la rinuncia, esplicita o no (per ognuno che non rinuncia esplicitamente occorre aspettare il giorno successivo). Alla fine (ci vuole mediamente una settimana o dieci giorni) qualcuno accetta e prende servizio. Per uno o due mesi, perché, un anno sì e uno no, vengono rinnovate le graduatorie (questo è l'anno sì): le domande sono state consegnate entro i primi di luglio, ma le graduatorie escono tipicamente in novembre (e cosa hanno fatto in provveditorato tra luglio e settembre? boh). Ricomincia la sequenza: telefonata, telegramma, rinuncia esplicita/implicita, morale della favola, passano altri dieci giorni e infine qualcuno accetta, non necessariamente lo stesso insegnante che aveva preso servizio a settembre. La festa dura poco: il 23 dicembre l'insegnante in maternità rientra; ai ragazzi fa anche piacere rivedere la loro professoressa, peccato che il rientro serva a farla figurare in servizio nelle due settimane di vacanza e a prolungare di quindici giorni il congedo. Fatti gli auguri di Natale, il 7 gennaio arriva la comunicazione che la maternità continua. A questo punto però la supplenza si è interrotta, riparte quindi il meccanismo kafkiano: telefonata, telegramma ecc. ecc. Anche questa volta diversi giorni di attesa finché il terzo supplente prende servizio. Per quanto tempo? Dipende: se il congedo di maternità scade, che so, in aprile, ecco che i malcapitati studenti cambiano di nuovo cavallo e ritrovano la loro insegnante originaria. Alla fine fanno quattro insegnanti diversi, sono stati salvaguardati tutti i diritti possibili e immaginabili tranne uno, quello degli studenti ad avere un minimo di continuità didattica. La chiamata diretta dei docenti smonterebbe questo meccanismo: provate ad immaginare cosa succederà quando qualcuno proverà a proporla.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi