cerca

La libertà di educazione

11 Settembre 2008 alle 09:35

Riprende come ogni anno la scuola, i problemi sono sempre gli stessi. Uno in particolare non è mai risolto: la completa parità scolastica, raggiungibile solo comparando la scuola paritaria e la scuola statale sul piano economico. Rendiamo le scuole fondazioni legate al territorio, in piena autonomia e sotto solo lo stretto controllo di autorità che verifica la capacità educativa e formativa dell'ente scolastico. Diamo alle famiglie la possibilità di scelta verso la scuola che meglio risponde alle proprie esigenze. Rendiamo totalmente deducibile dalle imposte le spese sostenute per l'istruzione dei propri figli, diamo così la possibilità alle famiglie di recuperare totalmente le spese scolastiche. Allarghiamo l'offerta formativa non statale migliorando le possibilità di sviluppo di centri formativi sempre "no profit" rendendo, ad esempio, l'iva sugli acquisti effettuati da questi soggetti detraibile. Obbligando questi soggetti a reinvestire nella scuola stessa tutti gli utili che riusciranno ad ottenere. Daremo così la possibilità di migliorare il livello retributivo degli insegnanti. Avremo fatto un servizio non solo a me che ho quattro figli e che scelgo per loro la scuola paritaria non statale ma all'italia investendo sul suo futuro. Abbandoniamo lo scontro ideologico e allineamoci agli altri paesi europei.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi