cerca

Mancuso e la Forza

23 Luglio 2008 alle 17:12

Il teologo Mancuso afferma, cito un poco a memoria, che l'entità più simile a Dio, se non la natura stessa di Dio, sarebbe l'Energia, o la Forza (sono due concetti analoghi, anche se non uguali). In questo egli compie due errori, uno dottrinale ed uno scientifico. Quello dottrinale è di attribuire a Dio una realtà tratta dal mondo materiale e fenomenico: questo è materialismo o panteismo, non certo cristianesimo. Ma l'errore più grave è quello scientifico. Egli dà ad intendere di credere che Forza od Energia siano entità realmente esistenti (così come Potenza, Entropia, Entalpia, Lavoro, Azione ecc.), mentre queste non sono che rapporti matematici tratti dalle formule delle leggi fisiche del movimento dei corpi, delle particelle o delle cariche elettriche. Le uniche entità relativamente certe sono Spazio e Tempo, come diceva Newton, ovvero Estensione e Movimento, come diceva Cartesio. Le altre non sono che rapporti matematici tratti da queste due. Dire ad esempio che i pianeti si muovono a causa della Forza di Gravità è scientificamente scorretto. Essi si muovono in funzione delle loro Masse e delle relative Distanze. La Forza di Gravità, come sapeva benissimo Newton, non è che un rapporto tra queste entità. Per questo Newton affermava che la casa del movimento dei pianeti fosse Dio stesso, cioè la Legge Fisica, che è una entità razionale, pensiero puro. Meglio sarebbe rimanere fedeli alla vecchia e cara filosofia aristotelico scolastica, per cui noi siamo simili a Dio in quanto esseri liberi e pensanti, e non in quanto esseri forzuti ed energici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi