cerca

Abbasso Sex and the City e le pie donne!

10 Giugno 2008 alle 08:45

Anch’io ho apprezzato la recensione di Marina Valensise dell’opera The Death of Christian Britain di Callum Brown, ma ne ho tratto spunti completamente opposti a quelli di Silvia Simonotto, Ronco Scrivia. E’ vero che, come dice Brown: “Le donne potrebbero fornire la soluzione anche a questa società”, ma per ragioni opposte a quelle di Silvia, e cioè imparando ad essere persone, cittadini lavoratori, a prescindere dal loro genere. Basta con questa schiavitù del fatto che voi donne fate i figli, che tanto, ormai, non li volete fare più, non fate più neanche le mamme, in senso tradizionale, e cioè: accudire i pargoli, coccolarli, dargli tutto il vostro amore; ormai queste mansioni sono svolte anche dall’altro genere con altrettanta efficienza e, oggi, senza vergogna! E non per un’ennesima usurpazione maschile del vostro ruolo: lo avete voluto voi così, con le vostre “battaglie” di emancipazione femminile. Quando volete, i risultati si vedono: com’è che in magistratura le donne sono più degli uomini? E così in medicina? Per non parlare della scuola, ma quella è tradizione e rientra nel concetto che l’educazione è anropologicamente femmina (si può dire così? O vi offendete?, cos’è?, un ossimoro?) Questo fatto di perpetuare la vita, oramai non è neanche più una vostra prerogativa. E poi è un atteggiamento profondamente materialista. E’ la chiesa cattolica che lo ammanta di santità e di spiritualità per sostenere il principio dell’origine superiore degli esseri umani. E’ una questione di potere, altro che pie donne! Con la vocazione a “educare i cuori e le menti, formando i nostri figli con le parole e con l'esempio di persone vere, rette, forti cresciute con il nutrimento sempre attuale e veritiero della Parola di Dio”: questi sono condizionamenti culturali non naturali, mentali, non spirituali. Non se ne uscirà mai fuori, finché in televisione si vedranno le pubblicità delle cucine con le mamme massaie, sorridenti, che insegnano alle loro bambine, sempre femminucce carine e ubbidienti, come si fa a fare contento “lui” che, quando torna dal lavoro, si siede sul divano a guardare la partita, eh, ci vuole una pazienza! Finchè sarà così e così andrà bene a tutti, anche a voi, rimarrà vivo il mito delle pie donne alimentato dalla chiesa. E’ lì che si innesta la battaglia della Chiesa contro il preservativo, la procreazione assistita, il divorzio! Donne, siete l’ultimo presidio sicuro del Vaticano nella società. Questo vostro sentimento di maternità è ipocrita, strumentalizzato culturalmente da chi vi ha sempre relegato, consenzienti, a categoria secondaria della società. Ricordate di essere persone, Homo sapiens (o, se ci tenete, Foemina sapiens), prima che madri, è la sudditanza culturale che vi ostinate a non voler superare, soprattutto quando vi atteggiate a maschiacci. Abbasso Sex and the City, ma anche abbasso le pie donne! Viva le persone!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi