cerca

È verde il sol dell’avvenire

“Servono nucleare e innovazione, non socialisti, malthusiani e apocalittici”. Parla Michael Shellenberger

Giulio Meotti

Email:

meotti@ilfoglio.it

29 Giugno 2020 alle 08:17

È  verde il sol dell’avvenire

L’attivista Greta Thunberg durante una marcia contro i cambiamenti climatici a Bruxelles il 6 marzo scorso (LaPresse)

La maggior parte di ciò che ci è stato insegnato a credere sull’ambiente – dai cambiamenti climatici alla deforestazione alle energie rinnovabili e al nucleare – è totalmente sbagliato”. Nominato “eroe dell’ambiente” dalla rivista Time nel 2008, l’americano Michael Shellenberger è il capofila degli ecologisti pragmatici, o “ecomodernisti”. Nel 2002 Shellenberger ha proposto il New Apollo Project, un precursore del Green New Deal. Molte delle sue idee per la promozione delle energie rinnovabili sono state adottate dall’Amministrazione Obama e hanno...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giulio Meotti

Giulio Meotti

Lavora al Foglio dal 2003. Si è laureato in Filosofia. Ha scritto per il Wall Street Journal. È autore di quattro libri su Israele, alcuni tradotti in più lingue. È sposato. Ha due figli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • joepelikan

    29 Giugno 2020 - 19:27

    Caro Meotti, Forbes ha appena censurato l'articolo di Shellenberger. Sarebbe interessante chiedere loro come mai...

    Report

    Rispondi

  • Chichibio

    29 Giugno 2020 - 15:04

    Guerra alla CO2? Il paradosso è che, oltre a quella idroelettrica, la soluzione è l'energia nucleare. Gli specchi solari, per produrre energia in quantità sufficiente, comportano l'occupazione di enormi estensioni di suolo, desertificato e sottratto all'agricoltura. Finalmente qualcuno lo dice, con autorità maggiore del sottoscritto.

    Report

    Rispondi

Servizi