cerca

Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale

3 Gennaio 2020 alle 20:06

Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale. Ecco che cosa trovate in edicola (e potete scaricarlo anche qui dalle 23 di venerdì). 

 


 

Una vera babilonia. Il caso, il teatro, la lingua. E poi l’ossessione per gli oggetti, ma soprattutto per le persone e le loro storie. Una conversazione con l’autrice francese Yasmina Reza, e sulla distanza perfetta fra sguardo e personaggi - di Ilaria Gaspari

 

Prova a prendermi. La spettacolare fuga nipponica di Carlos Ghosn, da re dell’automobile a ricercato speciale. I passaporti, il violoncello, la giustizia a orologeria - di Ugo Bertone

 

Il competente del Popolo. Rettore capace, giornalista mancato, il neoministro dell’università Manfredi è un forte segnale di cambiamento - di Carmelo Caruso

 

Il suo secolo breve. Il suicidio del marxismo, la scomparsa del cattolicesimo e il partito radicale di massa. Augusto Del Noce e il dio che doveva fallire - di Giulio Meotti

 

Chi si specchia in Chiara. I follower della Ferragni amano la sua medietà. Per questo gli straordinari talenti su Instagram non funzionano - di Daniele Rielli

 

Non lo cercò solo Leopardi. Ecco gli altri esploratori dell’infinito. Da Borges a Friedrich fino a Mark Rothko,
lo spazio senza fine è stato simboleggiato con ogni astuzia possibile. Dare forma all’ineffabile attraverso l’arte è uno degli esercizi più umani che ci sia - di Giuseppe Marcenaro

 

Polvere di donne. Susan Meiselas è stata la prima a fotografare il corpo femminile mentre vendeva se stesso. La violenza e il senso di libertà. Una mostra - di Valentina Bruschi

 

L’artista impresentabile. Un libro contro gli amori di Gabriel Matzneff era inevitabile, nell’èra in cui l’arte viene dopo la moralità - di Marina Valensise

 

I guerrieri del web. Prima di Greta, di Olga Misik e delle sardine c’era Aaron Swartz. Il ragazzino che voleva cambiare internet e la nostra conoscenza - di Ottavia Casagrande

 

Nuovo Cinema Mancuso. Una pagina con le recensioni di Mariarosa Mancuso delle ultime uscite nelle sale.

 

Elegia per i bambini perduti. Il libro di Valeria Luiselli è un viaggio al confine della speranza di un futuro per chi fugge. Con la letteratura, la vita, il presente, e con i fratelli che tengono per mano le sorelline nel deserto - di Annalena Benini

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi