cerca

Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale

22 Marzo 2019 alle 20:56

Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Edward Hopper, Hotel with window

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale. Ecco che cosa trovate in edicola (e potete scaricare qui dalle 11 di venerdì)


 

Le stelle cinesi d’Europa – Pirelli, Peugeot, Volvo, il porto del Pireo. Cosa è successo là dove è entrato il Dragone. Che ha mostrato grande potenza di fuoco, ma per ora s’è mosso con passi felpati. Appunti sulla nuova Via della Seta – di Stefano Cingolani

 

Ben detto, Topolino – Si porta molto come esempio per dare di stupido o farlocco all’avversario politico. Ma autori e lettori fedeli insorgono: non si spara sul fumetto – di David Allegranti

 

Il miracolo della normalità – La vita stravolta e non una parola di troppo (nell’èra delle parole a vanvera). Come ci salva Manuel Bortuzzo – di Marianna Rizzini

 

Il tradizionalista – Houellebecq dopo le ammucchiate, il nichilismo e il buddismo. Lo scrittore ci riprova con “la restaurazione cattolica più rigorosa” – di Giulio Meotti

 

Contro gli sguaiati – Li riconosceremo ovunque gli occhi di Jacinda Ardern dopo la strage in Nuova Zelanda, il suo sguardo che non nasconde sconcerto e dolore, ma proietta umanità e controllo. Quando la compostezza è un messaggio politico – di Paola Peduzzi

 

L’arte, la sfida e la mascheraPiù vero del vero. Alla ricerca del falso assoluto – Il pittore che vuole dipingere il Vermeer mancante. Il collezionista che pensa di riscattarsi dagli insuccessi d’artista. Gli inganni e le bugie in Orson Welles e i quadri di Beltracchi nei musei. Fake, una mini antologia – di Ugo Nespolo

 

Chi vince veste – Emulazione simbolica: se si dominano i flussi finanziari, si detta legge anche nella moda e nello stile. Come nel Siglo de oro e poi a Versailles - di Fabiana Giacomotti

 

Racconto d’amore in purezza – Torna in libreria “Sonečka”, la poesia di Marina Cvetaeva che si fa prosa. Un commovente congedo del cuore – di Nadia Terranova

 

La danza di Magda – “Per Elisa”, il romanzo di Szabó bambina e dell’Ungheria, il cuore dolce della Mitteleuropa che abbiamo rimosso e che Orbán continua a negare – di Simonetta Sciandivasci

 

Nuovo Cinema Mancuso, una pagina con le recensioni di Mariarosa Mancuso delle ultime uscite nelle sale cinematografiche

 

Lezioni di cinema e politica – Andreotti fu l’artefice della rinascita dell’industria italiana del film. Con un controllo morbido e di ferro. I due film-intervista di Tatti Sanguineti, una lezione di metodo ai politici incapaci di oggi – di Maurizio Crippa

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi