cerca

Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale

21 Settembre 2018 alle 20:41

Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale. Ecco che cosa trovate in edicola (e potete scaricare qui dalle 11 di venerdì)

 


 

Il paese dei balocchi – L’Italia del cambiamento: non lavori ma hai lo stipendio, non versi i contributi ma hai la pensione, e non paghi neppure le tasse. Appunti semiseri per un film  ispirato alla cuccagna di Pinocchio e all’Omino di burro – di Salvatore Merlo

 

Una cortina di fede – Papa Francesco nelle tre repubbliche baltiche dove convivono la memoria dei martiri, la russofobia e l’eterna voglia di libertà – di Matteo Matzuzzi

  

Carrozzone di ritorno – Perché il Tesoro non crede nelle nazionalizzazioni di Toninelli e in una Cdp mucca da mungere – di Stefano Cingolani

 

Matteo del nordest – Si chiama come Salvini, ma di Salvini critica il lassismo sul decreto dignità di Di Maio. Zoppas, l’imprenditore che dice “attenti a quei due” – di Marianna Rizzini

 

I tronisti del populismo – Salvini in tv dalla D’Urso, bad-boy all’italiana come Fabrizio Corona. E Di Maio da Floris, come a casa sua – di Andrea Minuz 

 

L'osservatore genialeLeopardi, gli italiani e la tara di un paese nichilista - Dallo “Zibaldone” al profetico “Discorso sopra lo stato presente dei costumi”, il poeta nel solco della grande tradizione di Machiavelli e Guicciardini. Con una critica della modernità, sinonimo di decadenza, che anticipa Nietzsche – di Mario Andrea Rigoni

Aristotele aiutaci - La sua logica, un antidoto alla politica tutta slogan e tweet. Parla il filosofo Giovanni Ventimiglia – di Riccardo Lo Verso

  

Follie per la carta – Salvare il mondo partendo dalle rotative. E non c’è solo Marc Benioff con Time. Tutti gli imprenditori digitali colpiti dal morbo del giornale – di Michele Masneri

 

Finalmente Mara – La zia degli italiani. La signora dell’allegria. La bionda incontenibile. E la Rai che se la riprende e già la rimprovera – di Simonetta Sciandivasci

  

Nuovo Cinema Mancuso, una pagina con le recensioni di Mariarosa Mancuso delle ultime uscite nelle sale.

 

I nostri pensieri infami – Edoardo Albinati scende negli abissi dell’essere umano offrendo se stesso come campo di battaglia e dichiarandosi “indifendibile”. I naufraghi dell'Aquarius, la pacchia e la perdita della ragione – di Annalena Benini

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi