Se gli americani studiano in Europa

Da noi l’istruzione è più accessibile e non ci si indebita fino al collo

29 Giugno 2018 alle 06:04

Se gli americani studiano in Europa

Foto LaPresse

Due giorni fa la rete americana Cnn ha lanciato un pezzo sugli studenti americani che vengono a frequentare università in Europa. Alcune facoltà, per esempio in Germania e in Lituania, offrono corsi gratuiti agli studenti stranieri e sono pure in inglese. E infatti alcuni, per ora pochi, studenti americani, hanno fatto due più due: perché devo stare in America e pagare uno sproposito per studiare, tra i novemila e i trentaduemila dollari l’anno, quando posso andare in Europa e imparare...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lorenzo tocco

    lorenzo tocco

    29 Giugno 2018 - 15:03

    Anche ammesso di trovare corsi gratis, di che cosa campano gli studenti americani in Europa? Dovranno pur pagarsi un affitto e i pasti. Mi sa che in parecchi posti il costo sarebbe ben maggiore dei limite inferiore di 9000 dollari citati nell'articolo

    Report

    Rispondi

  • branzanti

    29 Giugno 2018 - 10:10

    È un limitato trend iniziale, ma rafforza la convinzione dell'ormai acclarata insostenibilita' del modello americano, ove l'università presenta un quadro assimilabile alla sanità (con meno tragedie personali) fatto di poche eccellenze e di una generale mediocrità (o peggio), ma impraticabile economicamente. È importante che studenti americani (certo provenienti da quel 40% di famiglie in possesso di passaporto, da certe aree rurali o industriali e' impossibile) frequentino in Europa perché possono contribuire a migliorare la disastrata cultura in patria, acquisendo significative percezioni diverse che non possiedono, dal rispetto per l'altro al senso di comunità, dell'importanza del welfare alla corretta alimentazione; spero che in Italia ci attrezziamo per ospitarli in modo crescente. Infine è vero cominciamo a convincerci che in Europa viviamo molto meglio rispetto agli Usa.

    Report

    Rispondi

Servizi