cerca

Europa in ordine sparso, i raid Usa in Libia e addio Harper Lee. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

19 Febbraio 2016 alle 18:50

Europa in ordine sparso, i raid Usa in Libia e addio Harper Lee. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno


 

“Da Repubblica, cronaca di Roma: ‘Auto ferma in divieto, automobilista ruba le ganasce, giudice lo assolve.’ Auguri al prossimo sindaco della capitale…”

Oscar Giannino


 

 

Europa invertebrata

 

Migranti, l’Austria sfida Bruxelles: tetto a richieste asilo. Anche la Grecia sul piede di guerra: "Veto su Brexit se chiudete confini". Nel secondo giorno del vertice Ue restano le distanze tra i paesi membri sui dossier caldi del rapporto di Londra con l’Europa e dell’immigrazione.

 

Scrive Politico che mentre l’Europa affronta questioni spinose e financo esistenziali (emergenza migranti), i suoi leader perdono tempo a discutere di questioni di politica interna inglese (liquidando insomma la Brexit ad affare domestico di Cameron con la propria opinione pubblica).

 

In ogni caso, si sappia. Perdere il Regno Unito condurrebbe a un’Europa troppo filo tedesca. Di solito infatti siamo portati ad analizzare l’eventuale Brexit dal punto di vista di Londra; ma per l’Europa continentale? Non sarebbe certo positivo. Ne scrive il Wsj.

 

Infine un po’ di numeri messi in fila sul grande esodo di migranti verso l’Europa. Impressionante!

 

 

Sabbie arabe

 

Un raid americano in Libia, non lontano da Tripoli, ha ucciso almeno 40 combattenti dello Stato islamico. Lo riferiscono fonti locali. Centrato un campo di addestramento dell’Isis a Sabratha, nell’ovest del Paese. Tra le vittime ci sarebbe anche Noureddine Chouchane, la presunta mente delle stragi dello scorso anno in Tunisia, al museo Bardo e sulla spiaggia di Soussa.

 

Obama e i raid. Sirte è una nuova Raqqa, stessa brutalità, stesso controllo. I piani dell'intelligence americana e quelli europei.

 

Tra Erdogan e Putin. L’Europa in stato confusionale è schiacciata tra il sultano e lo zar e non trova una strategia sulla Siria mentre il presidente della Turchia è pronto a un intervento militare diretto per fermare la triplice avanzata di al-Asad, curdi e profughi. E’ il preludio della terza guerra mondiale?

 

A proposito. Il business delle città assediate in Siria. Come funzionari e soldati siriani si stanno arricchendo nella gestione di Deir Ezzor, assediata dall’ISIS, e perché secondo molti gli aiuti internazionali non sono la soluzione.

 

Infine c’è il fronte africano, con l’esodo dalla Nigeria al Camerun per via degli attacchi di Boko Haram. Anche qui, la solita domanda: solo rifugiati o (anche) terroristi infiltrati?

 

 

Foschi presagi

 

Dice l’Economist che i banchieri centrali stanno finendo le munizioni. Quali altre opzioni ci sono per stimolare l’economia? Già, bella domanda…

 

Il prezzo del barile è sceso così in basso che nemmeno i pirati lo rubano più. Pazzesco!

 

Intanto Christine Lagarde continuerà ad essere la direttrice generale del Fmi per altri cinque anni.

 

 

Corsa alla Casa Bianca

 

Domani tornano le primarie Usa, tra Nevada (democratici) e South Carolina (repubblicani). Tra i dem la contesa è al solito Clinton vs Sanders. La prima punta sui temi legati all’immigrazione, il secondo su quelli economici.

 

Sul fronte Gop non si spegne l’eco del botta e risposta Trump-Bergoglio. Secondo Maurizio Molinari il miliardario Usa, attaccando Francesco, ha voluto giocare scientemente sull’anti papismo americano.

 

E un po’ di sondaggi aggiornati sulle primarie, candidato per candidato.

 

 

Se ne parla oggi

 

In via di estinzione. Noi italiani siamo di meno, siamo sempre più vecchi, con sempre meno bambini, e con una speranza di vita che si sta riducendo. Secondo i dati Istat, l’anno appena concluso ha registrato il nuovo minimo storico delle nascite: sono state soltanto 488mila (8 ogni mille residenti), nuovo record negativo dall’Unità d’Italia.

Cose dell’altro mondo. Mentre Uber perde un miliardo di dollari in Cina, all’improvviso i suoi autisti si ritrovano a braccetto con i taxisti, nemici mortali per eccellenza. Il motivo? Organizzarsi per strappare migliori condizioni di lavoro. Com’è strano il mondo…

Mia cara privacy. Non solo Apple contro Fbi. Perché sulla privacy lo scontro è mondiale. La faglia tra diritti e sicurezza esiste da prima di Tim Cook. Google si schiera, la Valley è divisa e pure la politica.

Il tempo è denaro. Come funziona il commuting casa-lavoro in otto città del mondo, nell’infografica interattiva dell’Ft.

Spie come noi. La verità è che le accuse di spionaggio nei confronti di un eroe come Lec Walesa potrebbero riscrivere la storia recente della Polonia.

 

 

Personaggi

 

Chi è il signor Putin? Padrino di criminali e repressore delle libertà o vigoroso baluardo dei sani valori tradizionali? Ritratto di un presidente che è diventato un’improbabile icona pop.

 

"Ogni parte di me è cambiata nelle loro mani": un’ex schiava sessuale dell’ISIS, Nadia Murad, si racconta.

 

È morta la scrittrice Harper Lee, autrice del Buio oltre la siepe. Aveva 89 anni e ha scritto solo due libri a distanza di cinquant’anni. Il buio oltre la siepe è stato il suo primo libro nel 1961, con cui ha vinto il Pulitzer. La pubblicazione nel 2015 di Va, metti una sentinella è stata preceduta da polemiche nell’ambiente editoriale (via Internazionale).

 

 

Mappa del giorno


 

Le vendite online di Walmart continuano a scendere a discapito di Amazon…

 


 

                                                                                                   

Argomenti di dibattito

 

Non può durare. Scrive l’Atlantic che prima ci prepariamo al collasso dell’Arabia Saudita, con tutte le conseguenze geopolitiche ed energetiche del caso, meglio è…

Il futuro del lavoro. Studio Bankitalia: il lavoro riparte per gli incentivi e non per il Jobs Act. Come la mettiamo? Forse che i policymaker dei paesi ricchi dell’occidente devono essere un pochino più radicali nelle riforme che mettono in campo? Bella provocazione dell’Economist.

Mai più. Cinque anni dopo l’incidente di Fukushima, come evitare nuovi disastri ambientali?

Dominatori dell’universo. Tutte le ambizioni geopolitiche del nuovo think tank di Google. Il chairman Eric Schmidt annuncia Jigsaw, pensatoio e laboratorio che ha per obiettivo sconfiggere il terrorismo e le minacce del mondo con i big data, tra grandeur ed esagerazioni.

Staccare la spina. Per mantenere la giusta dose di creatività non c’è cosa migliore che prendersi un periodo sabbatico, ogni sette anni. Magari, eh…?

 

 

Ossessioni

 

Come fly with me. Come le compagnie aeree fanno soldi con i bagagli. Trucchetti, tariffe poco chiare e programmi fedeltà ambigui, allo scopo di spingere i clienti a pagare di più. Lo spiega bene il Washington Post (articolo tradotto in italiano da Il Post).

Alive. Come si usano i defibrillatori semiautomatici? Se ne vedono sempre di più in giro, ma in pochi sanno come usarli.

La vita è un gioco. C’è anche chi vive (abbastanza bene) facendo lo scommettitore di partite di calcio di professione.

 

 

Mettetevi comodi

 

A che punto è la notte. Passeggiata nella Roma elettorale. Le disavventure del centrodestra, gli alleati che si pestano, i grillini che urlano al complotto, Marino, i blog, le ruspe, le ritirate e i todos caballeros.

Lettera da Manchester. In che modo una gloriosa ex città industriale, capitale indiscussa del tessile, si è rilanciata e vive un nuovo rinascimento.

Furti on demand. L’incredibile storia del mercato nero delle password rubate su Netflix nel racconto dell’Atlantic (articolo tradotto in italiano da Internazionale).

Giù il sipario. Una volta era il mestiere degli italiani per eccellenza, oggi il cantante d’opera è appannaggio di altri paesi. Peccato.

 

 

C’era una volta


 

Cent’anni fa cominciava l’epica battaglia di Verdun, una delle più sanguinose della Prima guerra mondiale…

 


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi