cerca

Europa in ordine sparso, il bazooka di Draghi e il declino di Burning Man. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

3 Settembre 2015 alle 19:08

Europa in ordine sparso, il bazooka di Draghi e il declino di Burning Man. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno


In un mondo che più turbolento non potrebbe essere c'è chi, a sinistra, già oggi concentra la sua azione sul congresso del Pd del 2017…”

 

Dario Di Vico


 

 

Il grande esodo

 

L’assalto ai treni a Budapest dei profughi siriani, le carrette del mare soccorse al largo della Libia, gli sbarchi in Grecia e in Sicilia. E la foto del bimbo sulla spiaggia di Bodrum. Merkel e Hollande annunciano un’iniziativa congiunta sui migranti. I leader di Francia e Germania la presenteranno a Bruxelles per un sistema di quote per i richiedenti asilo in Europa (che si muove in ordine sparso).

 

E gli inglesi? David Cameron parla chiaro sulla retorica di questi giorni: “Non penso che la risposta al problema possa essere data semplicemente accogliendo più rifugiati”. Bisogna prendere iniziative oltreconfine.

 

Perché i migranti non ne vogliono sapere di fermarsi in Ungheria.

 

Nelle ultime settimane oltre tremila migranti al giorno hanno passato il confine tra Grecia e Macedonia. I profughi seguono la linea ferroviaria per orientarsi e lungo i binari che vanno dalla Serbia all’Ungheria si trovano centinaia di oggetti abbandonati o persi lungo il cammino. Qualcuno li ha fotografati…

 

Ah, il bambino siriano di tre anni annegato in Turchia – la sua foto ha fatto il giro del mondo finendo sulle prime pagine di moltissimi giornali - si chiamava Aylan Kurdi, la sua famiglia era scappata dalla guerra e voleva raggiungere il Canada: nel naufragio si è salvato solo suo padre.

 

 

Ombre cinesi

 

Il presidente cinese Xi Jinping ha annunciato un taglio al personale militare di 300mila unità durante la parata per i settant’anni dalla fine della seconda guerra mondiale e dalla resa del Giappone.

 

Qui qualche immagine della Reuters di un evento celebrato in pompa magna, sfruttato dalla leadership cinese per fare sfoggio di potenza e coprire le grandi difficoltà economico-finanziarie di queste settimane (le ha messe in fila Vox).

 

A pensarci bene, Alibaba è un indicatore migliore sulla salute dell’economia cinese che il dato stesso del Pil nazionale.

 

Il Pew Research ha sondato come i vari popoli asiatici si percepiscono l’un l’altro, paese per paese. Molto interessante.

 

 

Sabbie arabe

 

Secondo un rapporto dell’Unicef le guerre in corso nel mondo arabo obbligano 13,7 milioni di bambini a rinunciare alla scuola. I conflitti in Siria, Iraq, Yemen, Libia e Sudan avrebbero infatti allontanato dalle aule il 40% del totale dei bambini in età scolare.

 

Il modello economico dell’Isis? Una marea di tasse e alta disoccupazione. Una bella analisi dell'Atlantic.

 

Un’ottima mappa interattiva raccoglie tutti i civili morti nello Yemen, da quando Arabia Saudita e Iran hanno cominciato a farsi la guerra per procura. La situazione nel piccolo stato arabo continua a restare incandescente. Un uomo carico di tritolo si è fatto esplodere fuori da una moschea sciita, dopo la preghiera del tramonto. Un altro attentatore ha scatenato una seconda deflagrazione tra la folla accorsa ad aiutare le vittime. Almeno 32 i morti e 92 i feriti (via Internazionale).

 

 

Se ne parla oggi

 

Lettera da Francoforte. Mario Draghi ricarica il Quantitative easing per far fronte alla sboom cinese. La Bce manterrà invariati i tassi e innalzerà dal 25 al 33% la quantità di un’emissione di titoli di Stato acquistabile.

Innocenza perduta. Soldi e doppio mandato, le storiche regole del M5S scricchiolano. L'assalto per cambiarle. A proposito: chi sarebbero i nuovi elettori grillini? Arrivano da scuola, imprese e professionisti (sondaggio).

Nuova guerra fredda. In Ucraina i separatisti filorussi hanno deciso di adottare il rublo (anche se resta autorizzata la circolazione parallela della hrivna di Kiev).

 

 

Personaggi

 

Cittadino Elkann. La nuova vita professionale del rampollo Agnelli e l’ambizione (politica) di fare il “power broken” nel ritratto di Politico Europe.

 

Il badante di Roma. Chi è, da dove viene (servizi segreti e Protezione civile) e che cosa vuole (comandare!) il prefetto Gabrielli, il solo uomo che può spingere il tasto “game over” sulla testa di Marino.

 

 

Mappa del giorno


Ah, siamo il paese Ocse con gli insegnanti più vecchi (fonte: #Truenumbers)

 


 

                                                                                                     

Argomenti di dibattito

 

Sono tornati i muri. Perché a 26 anni dalla caduta di quello di Berlino siamo tornati a ereggere muri – in Francia, Spagna, Ungheria e non solo. Cosa c'è dietro la nostra voglia di barriere.

Neo-luddismo. “La tecnologia ci ha colonizzato ma niente paura”. Steven Jones studia da anni le teorie di Ludd: “il digitale non è il male, va solo modellato…”

Non andremo più in banca. Quattro imprenditori del ramo messi insieme da Bloomberg parlano della rivoluzione “FinTech”. I banchieri nostrani prendano appunti (se vogliono sopravvivere).

Nel Continente nero. Basta guardare queste foto su Fast Company per capire che la nostra immagine stereotipata sull’Africa e gli africani va assolutamente aggiornata.

 

 

Cose da sapere

 

Terminator style. La Nasa ha creato un materiale capace di auto-ripararsi in pochi secondi, anche da spari di proiettile.

Amico Ayatollah. Il leader supremo iraniano Khamenei sta pressando il parlamento di Teheran perché voti sull’accordo nucleare. Tattica e dissimulazione che si mescolano.

Vatican Insider. Ebbe sì, Papa Francesco continua a piacere agli americani. Lo spiega bene Time.   

 

 

Ossessioni

 

Ligi al dovere. Il paradosso della #GoogleCar è che fa troppi incidenti perché rispetta tutte le regole…

Cintura verde. Non so se lo sapete ma il settore della Cannabis sta offrendo occasioni di business a molte startup tecnologiche. Un comparto stupefacente!

Perdere l’anima. Morte e ecstasy: ascesa e declino del super celebrato Burning Man nel deserto del Nevada.

 

 

Mettetevi comodi

 

L’altro Super Bowl. Giocare a scacchi per molti giovani intelligentoni può essere molto ma molto crudele, ansiogeno e stressante. Lo racconta magistralmente Narratively.

Terra promessa. Un intenso, vibrante, struggente viaggio interattivo del Nyt Magazine sulle tracce di un barcone di profughi eritrei a mollo tra Libia, Grecia e Italia.

I primordi di Google. Brin e Page, d'accordo. Ma che fine hanno fatto gli altri co-protagonisti degli inizi di Big G, quelli meno chiacchierati, 17 anni dopo la fondazione? Leggete Davide Piacenza.

Midtjylland Report. Ha vinto il campionato danese grazie alla matematica. Con cui è stata fatta la campagna acquisti, con cui vengono schierati in campo. Si chiama, religiosamente, "il Modello". Che cos'è, di preciso?

 

 

C’era una volta


Fratellanza, aggressioni e omicidi. Anche se pochi lo ricordano, dieci anni fa due bande di biker si sono fatte la guerra per il controllo dell’Alto Adige

 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi