cerca

La guerra al califfo, il crollo di Jeb e Hillary e il museo delle relazioni finite. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

4 Agosto 2015 alle 18:29

La guerra al califfo, il crollo di Jeb e Hillary e il museo delle relazioni finite. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno


“Bio dei politici sui giornali: tutti filosofi e letterati, in particolare nel Pd. Si spiegano molte cose…”

 

Bubusettete


 

 

Il miglio verde

 

L’effetto emulazione che potrebbe avere il piano Obama, da qui alla conferenza sull’ambiente di Parigi del prossimo dicembre, sul resto del mondo (specie le altre nazioni industrializzate). Anche se per alcuni esperti la linea verde della Casa Bianca è meno ambiziosa di quel che potrebbe sembrare a prima vista.

  

A proposito: scrive l’Ft che uno degli sconfitti a sorpresa del piano “green” di Obama è proprio lo shale gas.

 

Essen, come è la green capital europea del 2017 mentre Bill Gates spiega perché ha deciso di investire un miliardo di dollari nello sviluppo dell’energia pulita.

 

 

Se ne parla oggi

 

Sabbie arabe. La verità? Isis prolifera perché non è la vera priorità di nessuno sconfiggerlo definitivamente, Turchia inclusa. Ah, piano piano i paesi del Golfo sembrerebbero cominciare ad accettare il deal nucleare con l’Iran.

Il grande esodo. “Respingeteli da soli”. E alla fine i francesi a Calais non vogliono più essere il braccio poliziesco dei cugini/rivali inglesi. Povera Europa (che non c’è). Nel frattempo sia Hollande che Cameron rischiano di bruciarsi a giocare a rimpiattino con i profughi.

Come funziona una democrazia. Arrestato il leader degli estremisti ebrei in Cisgiordania. Meir Ettinger, 23 anni, è accusato di aver ordito l’attacco incendiario di giugno a Tiberiade.

 

 

Personaggi

 

Il senso di Angela per il potere. Solo un capriccio della storia o una catastrofe potrebbero impedire alla Merkel di vincere le elezioni del 2017 e restare cancelliera di Germania. Anche se la parola dell’anno, per i giovani tedeschi che stanno votando online, potrebbe essere “merkeln”, termine che sta a significare qualcuno che non sa prendere decisioni (sic!).

 

In un comunicato il capo politico dei Taliban Syed Tayyab Agha ha annunciato la decisione di dimettersi, criticando il modo in cui è stato scelto il successore del mullah Omar, Akhtar Mansur, nominato la settimana scorsa. La notizia è l’ultimo segnale delle divisioni interne ai taliban dopo la morte del mullah Omar (via Internazionale).

 

 

Mappa del giorno


La popolazione mondiale sta crescendo più velocemente di quel che immaginassimo. Già, ma dove sta crescendo?

 


 

    

Argomenti di dibattito

 

Corsa alla Casa Bianca. Alcuni recenti sondaggi evidenziano lo sfrangiamento dell’elettorato americano a poco più di un anno dal voto presidenziale. E soprattutto il calo dei consensi per i due cavalli in teoria più forti, Hillary Clinton e Jeb Bush. Alcune considerazioni che ne trae il Wsj.   

Socialismo municipale. Proposta intelligente di Oscar Giannino: via IMU prima casa come piace a Renzi senza buchi ai Comuni: per loro bonus se cedono municipalizzate e immobili.

Legno storto dell’umanità. Ricardo Hausmann, professore di economia ad Harvard, offre degli argomenti contro l’ipotesi che combattere la corruzione possa eliminare automaticamente la povertà. Purtroppo, le cose sono più complicate (via Giorgio Fontana).

Vietato guardare. Le autorità indiane hanno bloccato più di 857 siti di pornografia. La decisione senza precedenti ha sollevato molte critiche sulla libertà di espressione nella più grande democrazia del mondo. Peraltro la corte suprema aveva rifiutato di bloccare la pornografia online una settimana fa dicendo che “gli adulti hanno diritto alla privacy nelle loro case”.

Pollice verde. Ma le piante sono intelligenti? Un nuovo libro dice di sì e porta un po’ di prova a sostegno.

  

 

Cose da sapere

 

L’altra Grecia. Perché Portorico ha potuto indebitarsi fino all’ultimo minuto prima del default. Vox mette in fila un po’ di responsabilità.

Medici in prima linea. La prossima frontiera dell’hackeraggio potrebbero essere gli strumenti medicali. Purtroppo non sono sicuri…

Nel continente nero. Le mani delle grandi compagnie cinesi sul boom della pay Tv nei paesi dell’est Africa. Un trend da tenere ben monitorato.

 

 

Ossessioni

 

Il grande orecchio. Negli ultimi sei anni lo stato italiano ha speso la bellezza di un miliardo e mezzo di euro in intercettazioni. Un miliardo e mezzo!!

Scavi abusivi. Sono stati pubblicati in esclusiva da Buzzfeed: mostrano la ricerca di oggetti di antiquariato venduti per alimentare la guerra civile in Siria.

Dirsi addio. A Zagabria esiste un museo delle relazioni finite. Probabilmente è il posto più triste al mondo.

 

 

Mettetevi comodi

 

Il mondo, domani. Breve storia di Tesla, l’auto di nuova generazione, firmata TechCrunch.

Linfa vitale. Un ottimo long read del Guardian sull’ultima frontiera della medicina: gli esperimenti trasfusionali del sangue per allungare la vita alle persone…

Sala d’attesa. Un intenso reportage firmato Slate e Roads&Kingdoms da Edirne, Turchia, crocevia dei migranti che cercano disperatamente di entrare in Europa.

Non tutte le ciambelle... Dentro il fallimento di Google+ e il vano tentativo di fare concorrenza a Facebook.

Lontani dal sud. Quattro scrittori, emigrati dal sud Italia, raccontano che effetto fa sentire che il Mezzogiorno “è più povero della Grecia.”

 

 

C’era una volta


Domenica Singapore festeggerà il cinquantesimo anniversario dell’indipendenza. “Ci sono le condizioni per passare dall’essere la vetrina dell’autoritarismo efficiente a esemplare di quella cosa tanto invocata ma quasi estinta: la democrazia”, ha scritto Pankaj Mishra su Bloomberg

 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi