Quindicenne inglese fa soldi con le merendine a scuola. In Italia sarebbe bocciato

Assunto da un'azienda, i prof. gli fanno tenere corsi di impresa

Quindicenne inglese fa soldi con le merendine a scuola. In Italia sarebbe bocciato

Una scena del film "La mafia uccide solo d'estate"

Londra. Napoleone diceva, con malcelato disprezzo, che i britannici sono un popolo di bottegai. Col tempo, costruendo un impero basato sul commercio e diventando un hub economico globale, oltremanica hanno fatto di questa ignominia un vanto. Non solo grazie alla mentalità capitalista infusa dal protestantesimo, ma anche per un humus che favorisce gli affari.    Un caso di studio, che trova sponde infelici in Italia, è quello del quindicenne Nathan John-Baptiste. Il ragazzino londinese, soprannominato “il lupo di Walthamstow”, si...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • guido.valota

    12 Luglio 2017 - 16:04

    Suggerisco al bravo ragazzo di Moncalieri di non limitarsi a cambiare istituto, ma di emigrare in un paese civile. Perché finora gli è andata ancora bene con i soviet della p.i., il global warming ha riscaldato anche la Siberia casomai, ma se Grillo va al potere gli portano l'Irpef al 100% per dare la paghetta di cittadinanza ai suoi compagni che scaldano i banchi.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    12 Luglio 2017 - 12:12

    Cari Foglianti sono anni che vi scrivo che l'Italia non è una democrazia liberale ma voi sapete come me che una mera convenzione.

    Report

    Rispondi

  • Giovanni

    12 Luglio 2017 - 12:12

    Storia quella del ragazzo italiano che mostra abbondantemente la pochezza intellettuale del corpo insegnante di quella scuola e al contempo il perchè masse di giovani italiani se ne vanno da questo paese.

    Report

    Rispondi

Servizi