Contro un grande mostro italiano: l’industria delle emergenze tarocche

Come è possibile che la percezione dell’Italia sia così mostruosamente diversa rispetto alla realtà del paese in cui viviamo? Migranti, economia, sicurezza, femminicidio. Perché serve una battaglia di civiltà contro l’allarmista collettivo

Claudio Cerasa

Email:

cerasa@ilfoglio.it

Contro  un grande mostro italiano: l’industria delle  emergenze tarocche

Un blitz delle forze dell'ordine in Stazione Centrale a Milano (foto LaPresse)

In questi giorni, probabilmente lo avrete pensato anche voi sfogliando le pagine di un qualsiasi quotidiano, seguendo i servizi di un qualsiasi telegiornale, ascoltando le parole di un qualsiasi notiziario o compulsando le notizie di un qualsiasi portale. In questi giorni, probabilmente lo avrete pensato anche voi leggendo l’ennesimo problema politico trasformato in un allarme sociale, l’ennesimo caso di cronaca nera trasformato in un fenomeno epocale, l’ennesimo caso di gestione della sicurezza trasformato in un grande allarme nazionale. Probabilmente, come...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • tamaramerisi@gmail.com

    tamaramerisi

    03 Agosto 2017 - 20:08

    L'unica emergenza vera, e'l'isolamento di Israele se l'America torna a essere governata dalle elite liberal. E pochi la raccontano questa emergenza. Anzi, il coro unanime canta di martiri palestinesi come fa dei femminicidi.

    Report

    Rispondi

  • gheron

    03 Agosto 2017 - 17:05

    A me questo pare il modo più "intelligente" per continuare a rifornire le solite e note mangiatoie della politica, del sindacato e dell'informazione di supporto, fregando ( o tentando di fregare ) i guardiani europei.

    Report

    Rispondi

  • GianniM

    03 Agosto 2017 - 16:04

    Beh, ci sono anche i minimizzatori di professione, quelli che "si tratta di un'emergenza soprattutto percepita", "è un fenomeno inevitabile", "non è una novità", "ben altri sono i problemi di cui preoccuparsi", ecc. ecc. Per annoverare tra le emergenze "tarocche" quella del gigantesco fenomeno migratorio (che abbiamo noi innescato e favorito), di cui subiremo conseguenze - davvero - "storiche", ci vuole una notevole dose di ... "coraggio" (lo chiamiamo così perché a Cerasa gli vogliamo bene).

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    03 Agosto 2017 - 14:02

    I professionisti della emergenza. Alieni che ogni tanto passano e lanciano papielli ai media.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi