Che cosa resta del bluff grillino a dieci anni dal primo V-Day

Parlano gli ex parlamentari del Movimento: “Poche idee ma confuse. Sono come tutti gli altri, anzi peggio”

Che cosa resta del M5s a dieci anni dal primo V-Day

Foto LaPresse

Roma. Il M5s? Un partito come tutti gli altri. Anzi peggio, dicono alcuni ex parlamentari del Movimento a dieci anni dal V-Day di Bologna. “Il M5s ha cambiato radicalmente e lentamente connotati giorno dopo giorno. Ogni giorno ha negato un pezzo di quanto fatto in precedenza, in virtù di nuove necessità (propedeutiche a chi, poi, ce lo dirà la storia)”, dice al Foglio Mara Mucci, deputata di Civici e Innovatori. “Il M5s nasceva per dare voce alle attese della società...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi