Passeggiate romane

Come si arriva al voto

Tutti convergono sulle elezioni politiche a marzo. Renzi vuole strappare i giovani ai grillini

Come si arriva al voto

Matteo Renzi (foto LaPresse)

A questo punto della legislatura il mese più probabile per le elezioni politiche sembra essere quello di marzo. La maggior parte delle forze politiche sono orientate in quel senso, giacché, nonostante le dichiarazioni di questi giorni, pare a tutti quasi impossibile che si possa andare oltre (si era parlato di fine aprile-maggio) per fare la riforma elettorale. Indubbiamente a settembre riprenderà il tormentone su questa materia, ma lo stesso Silvio Berlusconi, che è tornato alla carica con il sistema tedesco,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    02 Agosto 2017 - 09:09

    Dunque tal Piero Martino se ne e' andato dal Pd per la certezza di non essere rieletto. Preferisce evidentemente cercar miglior fortuna in Mdp, ma anche cola' sembrano essere in molti i cercatori di rielezione., Siamo sicuri che lo stesso ragionamento non si possa applicare, a parti invertite, anche per Orlando ed Emiliano? Ovvero dove potrebbero essere rieletti e continuare ad avere un ruolo di primo piano (uno e' ministro, l'altro governatore) se non nel,Pd? E dove gli sarebbe consentito di attaccare ogni giorno il governo ed il capo del partito di cui fanno parte se non nel Pd di Renzi? Dite che per un po' accetteranno di tener la bocca chiusa. Conviene a tutti nel Pd, par di capire, nascondere i contrasti sotto il tappeto. Con che chiarezza e credibilità politica verso gli elettori resta un mistero. Per ora rincorriamo i voti grillini facendoci grillini al quadrato. Che pena, non vi pare?

    Report

    Rispondi

  • carlo.trinchi

    01 Agosto 2017 - 21:09

    Più che un resoconto sembra un necrologio. Condoglianze. È iniziata la decrescita deficiente. Tutti dietro ai grillini.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    01 Agosto 2017 - 16:04

    Allo stato alle elezioni i sinistri marciano divisi per colpire divisi e Bersani ha bisogno dello psichiatra. Destri sono impietriti. io sono il signore tuo dio non avrai altro dio al di fuori di me canterella il Cav che in oltre 30 anni non ha creato un berlusconismo come DeGaulle ,Peron, Chaves, Castro e molti altri. Di più appena nota un suo possibile erede lo attacca alle reni e lo distrugge. Berlusconi ha illuso decine di milioni di italiani con un fasullissimo liberalicchismo e per restare al il Foglio il primo a prenderlo in quel posto è stato Ferrara che gli ha dato massimo credito. E l'amor nostro di Andrea's verscion? C'è in lui una grande dose di ironia o no? Ora c'è da fare i conti coi grilleschi e nè i sinistri nè i c.d. destri appaiono attrezzati alla bisogna.sursum croda.

    Report

    Rispondi

Servizi