Storie della buonanotte per bambine ribelli

Francesca Cavallo e Elena Favilli
Mondadori, 224 pp., 19 euro

C’erano una volta romantiche fanciulle che sognavano principi azzurri con cui condividere castelli fatati. Ma ce ne sono anche tante altre che hanno costruito il proprio futuro con mattoncini di passione e tenacia. E’ il caso delle cento donne raccontate da Francesca Cavallo ed Elena Favilli in Storie della buonanotte per bambine ribelli, il libro più finanziato nella storia del crowdfunding. Da Amelia Earhart che volando con passione morì sostenendo che le donne devono poter compiere le stesse imprese degli uomini, a Nina Simone che fin da piccola ha difeso i diritti umani attraverso la musica, sino alle intramontabili Coco Chanel, Maria Montessori, Jane Austen e Rosa Parks, non tralasciando esempi contemporanei come Maya Gaberal, Xian Zhang, o Michelle Obama e Fadumo Dayib.
Matematiche, eroine di guerra, aviatrici, astronome, suffragette, pugili: figure femminili che si sono contraddistinte per competenza e pervicacia in ambito culturale, sportivo, scientifico, politico, negli States, nell’antica India o nella bell’Europa, in Cina e Messico sino in Sudan ed Egitto.
Le due autrici hanno così tirato fuori da ogni angolo del mondo cento donne esemplari di tutti i tempi: più o meno giovani e note, a volte anche innamorate ma sicuramente non aggrappate al principe azzurro per salvarsi o affermarsi. Incamminatesi con passo deciso su un percorso colmo di ostacoli e pregiudizi ma mai arrese, sempre più appassionate: quasi un motto che unisce le storie raccontate senza alcun elemento fantastico, sotto forma di brevi favole moderne accompagnate da ritratti realizzati da sessanta artiste internazionali.
“Sognate più in grande, puntate più in alto, lottate con più energia. E, nel dubbio, ricordate: avete ragione voi”: un incitamento a essere ambiziosi, a nutrire sin da piccoli le proprie inclinazioni, inseguirle con caparbietà pur a volte inciampando.
Esplorando con audacia vite ammirevoli, le piccole lettrici, a dir la verità tutti i lettori di qualsiasi genere ed età trovano così la determinazione per lasciare abitare i propri sogni da eroine reali che combattono armate di coraggio e fiducia in se stesse. D’ispirazione in particolar modo per le bambine “ribelli” che, grazie ai racconti che profumano di testimonianza, non attendono di essere svegliate da baci magici ma ogni mattina si destano convinte che “il successo più grande è vivere una vita piena di passione, curiosità e generosità”. Magari pronte a completare l’ultima pagina bianca del libro con le storie e i ritratti delle eroine del futuro.

 

STORIE DELLA BUONANOTTE PER BAMBINE RIBELLI
Francesca Cavallo e Elena Favilli
Mondadori, 224 pp., 19 euro

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi