Decolla Soyuz, la navetta russa diretta nello Spazio

A bordo un cosmonauta russo e un astronauta americano, diretti verso la Stazione Spaziale Internazionale 

Fyodor Yurchikhin e Jack Fischer sono in viaggio verso la Stazione Spaziale Internazionale (Iss) a bordo della navetta russa Soyuz, partita questa mattina intorno alle 9,13 ora italiana dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan. Il cosmonauta russo Fyodor Yurchikhin è un veterano delle missioni spaziali, mentre Jack Fischer, astronauta americano, debutta nello spazio per la prima volta. Il loro arrivo all'Iss è previsto per il primo pomeriggio di oggi.

 

La missione dei due astronauti durerà quattro mesi e mezzo e una volta arrivati si uniranno all'equipaggio già presente nell'Iss: Peggy Annette Whitson (Nasa), Oleg Novitskiy (Roscosmos) e Thomas Pesquet (Esa), partecipando alla Spedizione 51.  

 

Il gioco delle coppie nella cooperazione spaziale America-Russia

Da oggi Scott Kelly (Nasa) e Mikhail Kornienko (Roscosmos) lavoreranno insieme per un anno. Ma con obiettivi molto diversi.
 

Mentre di solito si viaggia in tre durante questo tipo di missioni, questa volta a partire sono solo in due. Il terzo sedile disponibile è occupato da 70 chili di viveri che serviranno per l'alimentazione degli equipaggi che presidiano la Stazione spaziale.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi