Il tic ambientalista della stampa british sommerge le navi di Venezia

Un attacco fumoso al business delle crociere in laguna che contribuisce in modo robusto al pil cittadino

Il tic ambientalista della stampa british sommerge le navi di Venezia

Photoshot/LaPresse

Roma. Quando si parla di cose italiane la stampa anglosassone ha spesso il potere di trasformare il luogo comune in realtà. Nell’ultima settimana si sono esercitati sul “turismo di massa” a Venezia e sull’inquinamento delle grandi navi da crociera in Laguna il quotidiano britannico left-minded Guardian, il magazine del settimanale Economist “1843”, intitolato come l’anno della fondazione della rivista in cui si specchia l’élite finanziaria, e il liberal New York Times. Per oltre un secolo i veneziani non sono stati...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • guido.valota

    05 Agosto 2017 - 16:04

    Cosa sono quelle stamberghe che nascondono la vista sulla bella nave che si intravvede nell'immagine?

    Report

    Rispondi

Servizi