Procurato allarme

A Trani ci sono voluti più di tre anni per archiviare un’inchiesta su “vaccini e autismo” che neppure doveva essere aperta e che ha prodotto un danno di credibilità prima nei confronti della medicina e poi nei della magistratura

Procurato allarme
Roma. La procura di Trani sostiene di aver fatto un ottimo lavoro con l’inchiesta sui vaccini. Dopo la decisione del gip di archiviare il procedimento sul presunto legame – finora sempre smentito dalla scienza – tra vaccini e autismo, era intervenuto anche Enrico Mentana: “Il mondo tratteneva il respiro in attesa del responso” ha detto ironicamente il direttore del tg La7: “Conoscendo l’indole schiva dei pm di Trani, già verificata in anni di mirabolanti inchieste su tutto lo scibile umano,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • perturbabile

    14 Novembre 2017 - 19:07

    Come la credulità di un PM può far sprecare denaro pubblico e intralciare la vita civile e l'ordinaria attività sanitaria!

    Report

    Rispondi

Servizi