Vaccini e conflitto con la logica

Campagne denigratorie in un paese contagiato dal cospirazionismo

Vaccini e conflitto con la logica

Vaccini (foto LaPresse)

In Senato è partito l’esame del decreto vaccini e la discussione pubblica è degenerata ai livelli di un paese sottosviluppato, di quelli dove le scarse vaccinazioni sono un’emergenza. Il pensiero anti scientifico e cospirazionista la fa da padrone. Il Fatto quotidiano di ieri, con toni che non usa più neppure il blog di Beppe Grillo, titolava in prima pagina: “Gli Usa scelsero l’Italia come cavia per la grande crociata sui vaccini”. La tesi è che in un incontro del 2014...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • GianmarcoOlivé

    GianmarcoOlivé

    13 Luglio 2017 - 10:10

    " la discussione pubblica è degenerata [....] un’emergenza" La discussione è degenerata soprattutto a causa delle posizioni proscientifiche sostenute ottusamente anche da questo giornale. Se il dibattito si polarizza tra proVax e Novax il sottosviluppo vien da se'. Se viceversa si cominciasse a riflettere che nessuna "emergenza" è in corso, che la lotta al M5S si deve fare in altro modo, che demonizzare posizioni scientifiche diverse e critiche rispetto alle teorie del "Giornalista collettivo" è sciocco, forse qualche sviluppo il dibattito potrebbe trovarlo. Certo che se il buon Capone - coi soloni dell'ISS - è il depositario unico della Verità scientifica e chiunque obbietta con materiali e studi accreditati è un ciarlatano il confronto langue. Basterebbe riflettere sulla vergognosa proposta di radiazione del dott. Gava per comprendere come il dogma proscientifico - curioso ossimoro - stia viziando il confronto. Il clima è odioso perché non c'è dibattito ma illiberalità e ottusità.

    Report

    Rispondi

  • guido.valota

    13 Luglio 2017 - 09:09

    Eppure la soluzione sarebbe così semplice: vietare per legge le vaccinazioni. In poche ore gli stessi somari che ragliano di complotto BigPharma per vendere i vaccini, raglierebbero invece che Big Pharma vuole vendere le cure per le malattie che si svilupperebbero di conseguenza, e correrebbero a vaccinarsi anche contro il mal di piedi.

    Report

    Rispondi

  • silvio.panceri

    13 Luglio 2017 - 07:07

    ....e se invece di contare sul Servizio Sanitario Nazionale in caso di malattia contratta a causa della non vaccinazione...si potesse solo ricorrere a una assicurazione sanitaria personale o familiare (come accade in alcuni paesi esteri, non tanto lontani da noi), tutti gli anti-vax avrebbero ancora gli stessi dubbi e incertezze?

    Report

    Rispondi

Servizi