Perché molti cuochi italiani ci vogliono morti?

Cosa dicono dell'Italia e della cucina italiana i commenti sotto la foto dell’orsa abbattuta pubblicata dallo chef Floriano Pellegrino

Perché molti cuochi italiani ci vogliono morti?

“Ugo Rossi vergogna d’Italia” scrive su Facebook il migliore (così mi dicono) dei nostri giovani cuochi, Floriano Pellegrino del ristorante Bros di Lecce. E sotto c’è la foto dell’orsa abbattuta grazie a un amministratore, appunto Rossi, presidente della provincia di Trento, che si è preso una responsabilità prima che il plantigrado impazzito, solito ad aggredire montanari, si mettesse a mangiare turisti. Rischiando la gogna social dei cuochi anglofoni che vivono in comuni di mare e gli orsi li hanno visti nei cartoni animati. Fosse solo questo, sarebbe un caso personale. Ma sotto un altro post del cuoco leccese, stesso argomento e commento ancora più eccitato (“Più animali meno umani!!”), vedo i mipiace di tantissimi altri cuochi, giovani e non giovani, pugliesi e non pugliesi, qualcuno forse anche non tatuato, qualcuno forse anche capace di fare cucina raffinata senza zenzero. Eppure tutti compattamente antropofobi. Dunque è un fenomeno generale: molti cuochi italiani ci vogliono morti. C’erano una volta i camerieri che sputavano nel piatto prima di servirlo all’avventore antipatico, adesso ci sono i cuochi che odiano la clientela al punto da auspicarne pubblicamente l’estinzione. Prima di prenotare un ristorante, osservate il profilo Facebook del cuoco: se è un nemico della nostra specie, si tradirà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Trumpsupporter85

    20 Agosto 2017 - 20:08

    L'orso è il mio animale preferito da quando sono nata, però l'orso è una creatura che per natura ha bisogno di sconfinati spazi e di altrettanto sconfinate solitudini. Ora io vorrei tanto sapere, essendo questo il carattere e la natura del mio fratello orso, a chi mai - nomi e cognomi - è venuta l'idea folle i reintrodurlo in Trentino: che è una Provincia ossia un fazzoletto di terra densamente abitato e ad altissima densità turistica con l'aggiunta di una quantità, in continuo aumento, di impianti di risalita - cabinovie, funivie , seggiovie ecc. - che portano i turisti fino ai tremila metri. Vorrei proprio sapere chi ha avuto questa idea ideologica e perciò falsa e bugiarda; e a lui o a loro farei fare la stessa fine del povero orso morto perché hanno preteso di farlo vivere come un animale da cortile.

    Report

    Rispondi

  • giantrombetta

    15 Agosto 2017 - 11:11

    Ahimè, animalisti e antianimalisti.... Non e' che molto più semplicemente gli uomini sono uomini e gli anamali sono animali? Di questi ultimi alcuni domestici, altri meno se non addirittura selvaggi? Un caro amico che adorava il suo cane non ha esitato ad ammazzarlo dopo che aveva morso il suo figlioletto. Il cosiddetto diritto alla legittima difesa si applica solo agli esseri umani che tentano di ammazzarti?

    Report

    Rispondi

  • nic999

    14 Agosto 2017 - 22:10

    e nessuno che dice che la carne di orso e' buonissima!

    Report

    Rispondi

  • lorenzolodigiani

    14 Agosto 2017 - 21:09

    Caro Langone, lei e' colto, intelligente, un filo snob ed io la apprezzo molto. Per favore, con il suo antianimalismo non rischi di diventare prevedibile, banale.

    Report

    Rispondi

Servizi