Preghiera per Enrico Brizzi

San Giacomo, proteggi questo maestro di lingua e di vita i cui libri dovrebbero essere adottati nelle scuole

Preghiera per Enrico Brizzi

LaPresse Torino/Archivio storico

San Giacomo, ovunque proteggi Enrico Brizzi che al tuo pellegrinaggio ha dedicato “Il sogno del drago. Dodici settimane sul Cammino di Santiago da Torino a Finisterre” (Ponte alle Grazie). Fallo per la sua devozione e per il mio culto verso un lessico italiano squisitamente conservatore: Brizzi chiama “Alta Italia”, “Bassa Italia”, “figliole”, “dorici”, “Limosino” ciò che tutti gli altri chiamano Nord, Sud, figlie, anconetani, Limousin… Pura letteratura e senza concessioni alle classifiche odierne: nello zaino mette l’Adelchi manzoniano, dalle parti di Tarascona va a vedere il mulino a vento di Tartarino, in Guascogna rende omaggio a D’Artagnan… San Giacomo, proteggi Brizzi anche perché insegna ai maschi a comportarsi da cavalieri. In Galizia incontra due ragazze che chiaramente gli piacciono (“giovani, belle da far male”) e le descrive alla maniera di un trovatore: “Una è fulva di capelli e dalla pelle lattea come quella d’una principessa…”. San Giacomo, proteggi questo maestro di lingua e di vita i cui libri dovrebbero essere adottati nelle scuole.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi