Studiare Rousseau per non votare i grillini

Perché il matrimonio tra i Cinque stelle e i cattolici non può funzionare 

Studiare Rousseau per non votare i grillini

Il filosofo Jean-Jacques Rousseau

Studino Rousseau. Non mi rivolgo a Galantino o a Tarquinio, che facendo campagna elettorale per i Cinque stelle dimostrano di essere interessati a un solo autore, Machiavelli. Studino Rousseau i cattolici tentati di votare Cinque stelle per l’uscita di Luigi Di Maio contro il lavoro domenicale. Anch’io ho barcollato perché per me è una questione essenziale: Dio è più importante perfino dell’uomo, la sacralità della domenica è più importante perfino della sacralità del malato (aggredita proprio dai pentastellati che ieri alla Camera hanno votato per consentire ai medici di sospendere nutrizione e idratazione). Poi però ho ragionato e adesso voglio invitare i fratelli in Cristo a studiare Rousseau, vero teorico dei Cinque stelle e della loro democrazia diretta: “Chiunque rifiuterà di obbedire alla volontà generale vi sarà costretto da tutto il corpo”. Coi grillini al potere le aperture domenicali aumenterebbero ulteriormente: perché la metà più uno degli italiani (dunque la volontà generale) è favorevole alle aperture domenicali (all’outlet di Serravalle Scrivia il giorno di Pasqua c’erano le code). E forse pure la metà più uno dei cattolici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Mizio

    23 Aprile 2017 - 17:05

    Chiedo scusa ma questo straordinario contenuto deriva dall'aver studiato Rousseau?

    Report

    Rispondi

  • tamaramerisi@gmail.com

    tamaramerisi

    23 Aprile 2017 - 09:09

    Dio non è piú importante dell'Uomo, quello è Islam! La sacralità della Domenica non è piú importante del malato, quello è ipocrisia! Al Centro del Cristianesimo c'è l'UOMO! La sua sacrosanta libertà di scelta e di coscienza. La tirata in ballo della Domenica è stata PATETICA, in ugual misura da parte di Grillo e di Avvenire, davvero roba da non credere!

    Report

    Rispondi

  • GianniM

    21 Aprile 2017 - 11:11

    La Volontà Generale non solo consentirà l'apertura domenicale di tutti gli esercizi commerciali, ma la farà diventare - la sta facendo diventare - un obbligo: ogni esercizio chiuso soffre la concorrenza di chi è aperto e, soprattutto, mina il "diritto" del consumatore (nuova identità fondamentale, che sostituisce la persona e il cittadino) a trovare sempre tutto aperto per i suoi acquisti compulsivi. Ma non basta: la Volontà Generale obbligherà anche - sta già obbligando - tutti a fare acquisiti di domenica: perché l'astensione danneggia lo sviluppo economico (?) e, soprattutto, costituisce un'insopportabile offesa, un ripugnante atteggiamento di superiorità, verso chi acquista.

    Report

    Rispondi

Servizi