Stress-test per Gentiloni in Europa

Giovedì bisognerà rispondere su sistema bancario e manovra di bilancio

gentiloni ue

Paolo Gentiloni (foto LaPresse)

Il vertice europeo di giovedì è tra le ragioni che hanno spinto per una rapida formazione del governo italiano, presieduto da Paolo Gentiloni. Un grande paese come l’Italia – è stato il ragionamento del Quirinale – non può non essere rappresentato da un primo ministro con pieni poteri nel momento in cui i leader dell’Unione europea discutono di immigrazione. In realtà, i 28 sono molto lontani da un accordo sulla riforma di Dublino che permetta di uscire dallo stallo che...

Registrati per continuare a leggere

La registrazione è gratuita e
consente la lettura
degli articoli
in esclusiva del Foglio
per una settimana.

Se sei già abbonato, ACCEDI.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi