Com'è verde la mia moda

La maglietta che butti, il jeans che inquina, il politically correct. La scoperta della produzione sostenibile

Com'è verde la mia moda

Il giardino allestito davanti a Palazzo Marino chiuso da paratie, come fosse una grande libreria, per i Green Carpet Fashion Awards, domenica scorsa al Teatro alla Scala (foto LaPresse)

Domenica scorsa la Milano della moda, la Milano che spinge per esserci e un po’ di ospiti stranieri di cui alcuni di gran richiamo come Andrew Garfield e il direttore di Vogue America Anna Wintour, spiritosissima, hanno festeggiato la prima edizione dei premi alla moda sostenibile, i Green Carpet Fashion Awards, al Teatro alla Scala. Ci sono state un po’ di sbavature nella sceneggiatura e un documentario sul made in Italy in stile pubblicitario italico d’antan, tutto spiritosaggini senza spirito,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi