Trump, il Russiagate e il fortissimo Mueller

Chi è il magistrato che indaga i rapporti di Trump con la Russia di Putin. Dove e come si frantumano le tentazioni di cacciarlo

Trump, il Russiagate e il fortissimo Mueller

Robert Mueller (foto LaPresse)

Ogni tanto i consiglieri della Casa Bianca, che vivono sotto la dittatura degli umori di Donald Trump, sentono serpeggiare nei corridoi attorno allo Studio Ovale una voce che fa venire i brividi lungo la schiena. La voce dice: licenziamo Robert Mueller. Licenziare il procuratore incaricato di indagare i rapporti con la Russia è un’idea che ogni tanto si fa largo nella volubile mente del presidente, tentato di imitare il Saturday Night Massacre, la tempestosa notte del 1973 in cui Richard...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    03 Luglio 2017 - 13:01

    Il russiangate è il solito accrocco costruito da Il Fatto americani. E' più che certo che Trump abbia provato prima e durante la campagna presidenziale a fare affari con i Russi non con Putin che è uno statista e non un uomo di affari. E allora ? Ai criticoni italiani di Trump vorrei ricordare che il nostro beneamato presidente della repubblica Giovanni Gronchi si disse che proprietario di due colorifici riusci a far assegnare alle sue aziende l'appalto delle striscee su le strade e non solo ci fu anche l'accusa che quella vernice favoriva gli scontri tra auto perchè particolarmente scivolosa.

    Report

    Rispondi

    • napoleon462000

      03 Luglio 2017 - 16:04

      Gronchi era anche il proprietario della unica fabbrica , che era a Lucca, che era autorizzata a produrre il "triangolo" che le macchine in panne ai lati delle strade dovevano usare.....

      Report

      Rispondi

Servizi