E' tornato il polo azzurro

Oltre i ballottaggi c’è di più. Facce, indizi e storie da seguire nel centrodestra risorto che guarda già al 2018, con Berlusconi come padre fondatore (ma anche come regista non tanto occulto)

Marianna Rizzini

Email:

rizzini@ilfoglio.it

I motorini azzurri

Silvio Berlusconi all’ultimo incontro dei Giovani di Forza Italia, nel marzo scorso a Milano (foto LaPresse)

Si era inabissato, il centrodestra sottomarino e un po’ smarrito che ora si affaccia ai ballottaggi delle amministrative con la speranza (in alcuni casi certezza) di poter quantomeno dire “siamo riemersi”. C’è infatti stata – per gli altri, cioè per il centrosinistra e per il Movimento Cinque Stelle – la tempesta perfetta che rende complicata la tappa del 25 giugno, con l’ombra del referendum costituzionale perso che ancora si allunga sul Pd renziano e con il caso Raggi e i...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi