Ci sono due italiani tra le vittime di Barcellona

Uno è stato identificato come Bruno Gulotta, 35enne di Legnano, era in Spagna con la compagna e le due figlie per le ferie. L'altro si chiama Luca Russo. 34 le nazionalità coinvolte tra morti e feriti

C'è un italiano tra le vittime di Barcellona

Barcellona, subito dopo l'attentato (foto LaPresse)

Il datore di lavoro di Bruno Gulotta, 35enne di Legnano, ha confermato stamattina all'Agi la morte del suo dipendente a Barcellona. Gulotta lavorava alla Tom's Hardware Italia ed era in Spagna per le ferie con la compagna e i due figli. La Farnesina ha confermato che anche un altro cittadino italiano è morto nell'attentato, Luca Russo.

 

L'attentato di Barcellona in trenta secondi

Morti e feriti sulla Rambla, dopo che un uomo alla guida di un veicolo ha investito diverse persone

  

In totale, secondo la protezione civile spagnola, i morti e i feriti degli attentati di Barcellona e Cambrils appartengono a 34 nazionalità differenti. Il ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian, ha confermato ieri sera che ventisei cittadini di nazionalità francese sono rimasti feriti. Di questi 11 sono in gravi condizioni. Ma secondo il ministro dell'Interno di Parigi, Gérard Collomb, potrebbero essere di più, forse 17, quelli in pericolo di vita. Un altro cittadino belga figura tra le vittime dell'attentato, secondo il ministero degli Esteri di Bruxelles.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi