Déjà-vu bancari

Un’altra campagna elettorale a tema banche e Mps. Ma niente è più come cinque anni fa. A partire dal credito

Déjà-vu bancari

LaPresse/Bianchi/Lo Debole

Roma. La prossima campagna elettorale avrà tra i temi principali di dibattito la crisi del credito e punterà alle debolezze del Monte dei Paschi di Siena. Il boccone Antonveneta, il “groviglio armonioso”, l’odore della massoneria, le trite formule giornalistiche, il “caso David Rossi”. Sembra di avere un déjà-vu del 2013. Ma, al momento delle elezioni, in primavera, saranno passati cinque anni. E se le questioni sono le stesse – e in parte sono identici i protagonisti – sono radicalmente cambiati...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi