L'esplosione dell'Etna e la firma del decreto Brexit. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo giovedì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

L'esplosione dell'Etna e la firma del decreto Brexit. Le notizie del giorno, in breve

Sicilia, l'eruzione dell'Etna (foto LaPresse)

DALL'ITALIA

 

Aumentano i casi di morbillo per la diminuzione dei vaccinati: più 230 per cento su base annua. Solo nei primi due mesi del 2017 sono stati registrati 700 nuovi casi di morbillo: in tutto il 2016 erano stati 844. L’aumento, per il ministero della Sanità, è “in gran parte dovuto al numero crescente di genitori che rifiutano la vaccinazione”. Nel 2015 la copertura vaccinale contro il morbillo nei bambini a 24 mesi è stata, infatti, soltanto dell’85,3 per cento (con il valore più basso pari al 68 per cento a Bolzano e quello più alto in Lombardia con il 92,3), ancora lontana dal 95 per cento che è il valore soglia necessario ad arrestare la circolazione del virus tra la popolazione.



È respinta la decadenza di Minzolini da parte del Senato. L’ex direttore del Tg1 è stato condannato per peculato a 2 anni e sei mesi di carcere. In base alla legge Severino sarebbe stato incandidabile retroattivamente. Si dimetterà comunque.



Rinviato a giudizio Piero De Luca, figlio del governatore della Campania Vincenzo De Luca, per bancarotta fraudolenta.



Solo nel 2016 5,3 miliardi di euro persi per sprechi e malagestione di risorse pubbliche. Lo rivela il rapporto annuale della Guardia di Finanza pubblicato giovedì.



Esplosione “freatica” del vulcano Etna causata dal contatto tra la lava e la neve presente ad alta quota. Dieci escursionisti sono rimasti feriti in modo lieve.



Borsa di Milano. FtseMib +1,7 per cento. Differenziale Btp-Bund a 189 punti. L’euro chiude in rialzo a 1,07 sul dollaro.

 

DAL MONDO

 

Michael Flynn sarebbe stato pagato dalla tv di stato russa per un discorso tenuto a Mosca nel dicembre 2015. A rivelarlo è un membro democratico della Commissione di vigilanza del Congresso americano. Flynn, consigliere per la sicurezza di Trump dimessosi per aver mentito sui suoi rapporti con la Russia, a luglio 2016 aveva ammesso di aver tenuto il discorso, precisando però che a pagarlo (33,750 dollari) era stato l’ufficio degli speaker americano e che da Mosca non aveva ricevuto alcunché.


La Commissione intelligence del Senato americano ha dichiarato infondata l’accusa di Trump secondo cui Obama avrebbe fatto intercettare le telefonate della Trump Tower durante le elezioni.



“L’Olanda ha perso la nostra amicizia”. Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan all’indomani delle elezioni all’Aia, criticando l’Ue che starebbe “conducendo una crociata anti islam”.



La regina ha firmato il decreto Brexit, già approvato dalla Camera dei Comuni e dei Lord. Ora il premier Theresa May può invocare l’articolo 50 per avviare formalmente il processo di uscita dall’Ue.



Lettera-bomba all’Fmi parigino. Era destinata al direttore dell’ufficio europeo ma è stata aperta da un suo assistente. Ancora nessuna rivendicazione.



Una sparatoria in un liceo a Grasse, nel sud della Francia, ha causato otto feriti. La polizia ha arrestato uno studente sospetto e ha disinnescato un ordigno esplosivo trovato dentro alla scuola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi