La manovra senza relatore al Senato e il rischio shutdown negli Stati Uniti

Redazione

Che cosa è successo in Italia e nel mondo in poche righe e senza fronzoli

DALL'ITALIA

    

La manovra va in aula al Senato senza mandato al relatore. Il presidente della commissione Bilancio, Daniele Pesco, ha detto che sta arrivando il maxiemendamento e che pertanto è inutile la discussione in commissione. “Nessun aumento dell’Iva nei prossimi anni”, hanno assicurato Salvini e Di Maio.


Analisi costi-benefici contro la Tav, secondo Bloomberg. Il ministro delle Infrastrutture, Toninelli, ha smentito.


Roberto Rustichelli è il nuovo presidente dell’Antitrust.


Borsa di Milano. Ftse-Mib -1,93 per cento. Differenziale Btp-Bund a 250 punti. L’euro chiude in rialzo a 1,14 sul dollaro.

DAL MONDO 

Trump non vuole firmare il decreto per evitare lo shutdown, approvato mercoledì al Senato, perché non prevede i 5 miliardi che il presidente americano chiede per la costruzione del muro al confine con il Messico. Lo hanno detto i leader parlamentari repubblicani. Il rischio shutdown ha fatto scendere dell’1 per cento l’indice S&P 500.


Due hacker cinesi sono stati accusati da Stati Uniti e Regno Unito di “aver compiuto attacchi informatici significativi e diffusi”. I due cittadini cinesi avrebbero agito per conto del ministero della Sicurezza.


Sono state arrestate 4 persone a Rabat per l’omicidio delle due turiste scandinave ritrovate morte lunedì. Gli uomini avevano giurato fedeltà allo Stato islamico.

Di più su questi argomenti: