Lo spray anti-orso per disarmare gli energumeni di Alatri

Qualche idea per lo stato italiano, incapace di neutralizzare i cattivi

Lo spray anti-orso per disarmare gli energumeni di Alatri

Emanuele, il ragazzo di Alatri ucciso per avere difeso la sua ragazza

Si incolpano gli abitanti di Alatri di non essersi buttati nella mischia per salvare il povero ragazzo picchiato da più energumeni muniti di manganelli e spranghe... Avrebbero dovuto farlo a mani nude? Ci si dimentica che il molto hegeliano Stato italiano, incapace di disarmare i cattivi, impedisce ai buoni di armarsi. Non è necessario liberalizzare terribili armi da fuoco: per salvare quel ragazzo sarebbe bastato uno spray anti-orsi. E' una bomboletta usata dai guardiani del parco di Yellowstone per allontanare i grizzly dagli stupidi turisti che scendono dalle auto, ed è in vendita su Amazon a 35 dollari e 13 centesimi. Ho provato a comprarlo ma non viene spedito in Italia perché lo Stato italiano è appunto hegeliano, si percepisce onnipotente e pretende che se in montagna ti assale un orso o se in un circolo Arci tirano fuori il cric tu non debba prendere altre iniziative che (cercare di) chiamare il 112.

 

Uno spruzzo o due di spray anti-orso avrebbe messo fuori combattimento tutti quanti per una buona mezz'ora, senza causare danni permanenti a nessuno. Il ragazzo sarebbe vivo, la sua fidanzata e i suoi famigliari oggi non sarebbero disperati, gli energumeni non rischierebbero molti anni di galera, Alatri non vivrebbe questi giorni di angoscia e cattiva pubblicità. Sia maledetto dunque Georg Wilhelm Friedrich Hegel, il cui insano idealismo, come ricorda spesso Carlo Nordio, dopo secoli di disastri ancora impregna il codice penale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Nambikwara

    Nambikwara

    30 Marzo 2017 - 20:08

    Clap, clap...Langone for President. Io l'ho comprato in Svizzera.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    29 Marzo 2017 - 15:03

    Eh sì caro Camillo , pare proprio che il grande Hegel con il suo assolutismo abbia ,in traslato , suonato la messa cantata all'assolutismo della Santa Inquisizione. Ha molto criticato suoi illustri filosofi predecessori ma evidentemente non aveva letto i grandi italiani ,totalmente dimenticati ( in modo particolare dai giuristi di diritto penale ) Manzoni Verri e Beccaria. Poche pagine ma tanto pesanti da bilanciare i libroni del tedesco

    Report

    Rispondi

  • giantrombetta

    29 Marzo 2017 - 07:07

    Grazie d'aver reso omaggio al magistrato Carlo Nordio, purtroppo inascoltato.

    Report

    Rispondi

Servizi