Mediaset grillina

I vertici di Forza Italia sono preoccupati dalla deriva a Cinque Stelle delle tv del Cav.

Email:

allegranti@ilfoglio.it

Mediaset grillina

Paolo Del Debbio e Matteo Renzi. Una puntata di Quinta Colonna del 2014 (foto LaPresse)

Contenuto disponibile solo per utenti abbonati

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati. Se sei già nostro cliente, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione in alto a sinistra. Se non sei abbonato, che aspetti? Abbonati subito.

Scopri tutte le offerte per entrare nel Foglio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • martino.buora

    20 Marzo 2017 - 18:06

    su questo tema i vostri lettori sono di molto avanti. una politica che non si fa cultura ma è solo reazione muore. Lo iato tra i metodi che si contestano (quando adoperati contro di lui) e i metodi che adottano gli stessi media di cui dispone è proprio questo. Solo che lo è dal 1991. i) Le dirette davanti al palazzo di giustizia in attesa di "vedere la testa cadere nella cesta", cioè il più sublime esempio di gogna mediatica a mezzo tv, erano proprio curate anche dalle reti mediaset; ii) parimenti dicasi per la reazione scomposta e il "dàgli al politico" e alla casta di tutti i quotidiani di centro destra (giornale. libero etc. etc.) anche a fronte di inchieste infondate (quindi vanno bene se dirette agli avversari?).. Il Cav. è stato miope o distratto a pensare che la grettezza culturale, propagata per il lungo periodo (per vendere più spazi pubblicitari), non si trasformasse in deficit di capacità di giudizio politica e quindi in grillismo.

    Report

    Rispondi

  • lorenzolodigiani

    18 Marzo 2017 - 19:07

    Con l'"affaire" Rotondi Mediaset ha fatto una pessima figura. Forse si saranno resi conto di quanto sia controproducente la conduzione di Del Debbio che il cav. voleva candidato sindaco a Milano, se non leader del suo partito.

    Report

    Rispondi

  • fabrizioguarniera

    18 Marzo 2017 - 13:01

    Quello che non quadra è il retweet di Brunetta, che francamente considererei parte (sbagliata) in causa. È lui il primo a cavalcare qualsiasi scalcinato populismo e demagogia paragrillina con i modi e i toni che lo caratterizzano...

    Report

    Rispondi

    • mauro

      20 Marzo 2017 - 15:03

      Concordo circa l'ultimo Brunetta, appendice dell'ultimo cavaliere, grande sponsor referendario (e scusate se è poco) di Grillo.

      Report

      Rispondi

Servizi