L'Italia offre 42 milioni di euro ai sindaci libici per fermare i migranti

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Libération, Guardian, Economist, Figaro, Times

L'Italia offre 42 milioni di euro ai sindaci libici per fermare i migranti

L’Italia offre ai sindaci libici 42 milioni di euro per frenare il flusso di migranti

 

Londra, 14 lug - (Agenzia Nova) - L’Italia, riferisce la stampa britannica, ha offerto alla Libia quaranta milioni di sterline (“The Times” parla di 30 milioni di euro di fondi europei e dodici milioni italiani) da investire in scuole e ospedali in cambio dell’impegno di Tripli a frenare il flusso di migranti attraverso il Mar Mediterraneo. Il ministro italiano dell’Interno, Marco Minniti, in visita nel paese nordafricano, ha incontrato dodici sindaci dell’area desertica del sud per convincerli ad accettare un aiuto finanziario per rafforzare la sicurezza alla frontiera meridionale. Intanto, un’organizzazione "di estrema destra e anti-islamica" formata da giovani francesi, tedeschi, italiani e austriaci ha lanciato l’iniziativa Defend Europe: ha inviato una nave nel Mediterraneo per cercare di bloccare i migranti e le organizzazioni non governative che li aiutano.

Continua a leggere l'articolo del Times

 


 

Italia, il cantiere della politica dopo lo scacco del Partito democratico alle elezioni comunali

 

Parigi, 14 lug - (Agenzia Nova) - Il quotidiano francese di sinistra "Libération" ha pubblicato u‌n intervento sulla situazione politica in Italia scritto dal professore Marc Lazar, direttore del Centro di Storia dell'Università di Scienze politiche di Parigi (Sciences Po), presidente della School of government dell'Università Luiss di Roma ed esperto associato alla Fondazione Jean-Jaurès. Lazar passa in rassegna lo stato dei diversi partiti e movimenti politici italiani dopo la tenuta delle elezioni comunali dello scorso mese di giugno in cui il Partito democratico (Pd) ha perso alcuni suoi feudi storici: secondo il politologo francese, il leader Pd Matteo Renzi è indebolito, ma resta senza rivali interni; anche perché, spiega, i suoi oppositori di sinistra restano assai divisi. Quanto al centro-destra, nonostante i successi alle comunali esso resta senza una linea politica precisa e soprattutto senza un vero leader, a causa della tarda età di S‎ilvio Berusconi e dell'interdizione dai pubblici uffici che gli è stata comminata dalla magistratura. Il quadro politico italiano, nota Lazar, è diventato tripolare con l'ascesa del Movimento 5 stelle (M5s) di Beppe Grillo e, se non ci sarà una sostanziale modifica della legge elettorale, dalle elezioni della primavera 2018 non dovrebbe uscire nessun chiaro vincitore: per questo motivo il cantiere della politica italiana in questa estate è tutto incentrato sulle possibili alleanze post-elettorali per dar vita ad una maggioranza in grado di governare il paese. In ogni caso, secondo lo storico francese, il futuro governo italiano rischia di essere debole ed incapace di avviare le riforme necessarie in un momento in cui in Italia si intensifica la diffidenza degli elettori nei confronti della politica, la situazione economica e finanziaria italiana resta problematica soprattutto a causa della fragilità del sistema bancario ed il malessere sociale è reale. Il futuro dell’Italia, afferma il professor Lazar, è dunque poco prevedibile e questo preoccupa il paese e l'intera Europa.

Continua a leggere l'articolo di Libération

 


 

Italia: luce verde ad un ridotto sforzo sui conti

 

Parigi, 14 lug - (Agenzia Nova) - La Commissione europea ha dato luce verde alla richiesta di Roma di limitare il suo sforzo di riduzione del deficit nel 2018, a condizione che l'Italia prosegua il suo obbiettivo di riduzione del rapporto debito/Pil: lo ha reso noto una lettera pubblicata sul sito web del ministero italiano dell'Economia. Il 30 maggio scorso il ministro italiano dell'Economia, Pier Carlo Padoan, aveva proposto a Bruxelles un aggiustamento del deficit dello 0,3 per cento nel 2018, cioè metà di quanto richiesto dall'Ue: nella lettera pubblicata ora ed indirizzata a Padoan, la Commissione ha convalidato "un aggiustamento dei conti inferiore a quanto prescritto", ma chiede all'Italia di proseguire "l'abbassamento della ratio debito/Pil". 

Continua a leggere l'articolo di Figaro

 


 

I bail-out in Italia

 

Londra, 14 lug - (Agenzia Nova) - Il settimanale britannico “The Economist” pubblica una lettera di Giovanni Sabatini, direttore generale dell’Associazione bancaria italiana (Abi) sui recenti salvataggi di banche in Italia. Il banchiere fa notare che la direttiva europea sulla risoluzione delle crisi bancarie (la Brrd, Bank Recovery and Resolution Directive) obbliga gli istituti di credito a rispettare i “requisiti minimi di passività ammissibili”, ma che il meccanismo di risoluzione è stato implementato prima che agli istituti venisse chiesto di adeguare le passività alle nuove procedure: “una sequenza completamente sbagliata”. 

Continua a leggere l'articolo dell'Economist

 


 

Gli Usa autorizzano Eni a trivellare nelle acque dell’Alaska

 

Londra, 14 lug - (Agenzia Nova) - La compagnia petrolifera italiana Eni, riferisce il quotidiano britannico “The Guardian”, ha ottenuto l’autorizzazione a trivellare nelle acque statunitensi dell’Alaska, nonostante il rischio di danni all’ambiente. L’ente federale competente, il Bureau of Ocean Energy Management, ha concesso il permesso con alcune condizioni. Nel sito di Sky Island nel Mare di Beaufort dovrebbero essere scavati quattro pozzi. L’esplorazione nell’area era stata vietata sotto la presidenza di Barack Obama; il presidente attuale, Donald Trump, ha revocato il divieto, anche se associazioni di ambientalisti e di nativi hanno presentato un ricorso.

Continua a leggere l'articolo del Guardian

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi