Per JP Morgan e S&P il problema dell'Italia è in banca

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Figaro, New York Times, Guardian e Bloomberg Business Week

Per JP Morgan e S&P il problema dell'Italia è in banca

Foto di Franco Folini via Flickr

S&P: la crescita del Pil italiano scenderà sotto l'uno per cento nei prossimi due anni a causa dei problemi bancari

Londra, 13 dic 09:00 - (Agenzia Nova) - L'agenzia di rating Standard and Poor's, riferisce il "Financial Times", prevede che la bocciatura referendaria della riforma costituzionale italiana sul credito nuocerà alla ripresa degli investimenti in Italia; la crescita del prodotto interno lordo scenderà sotto la media dell'uno per cento nel 2016-2018. Le previsioni di S&P sono in linea con quelle della Commissione europea, dello 0,8 per cento. Il quotidiano della City pubblica un articolo di Mariana Mazzucato, docente di innovazione dell'economia all'Università del Sussex, secondo la quale il futuro della crescita dipenderà dalla capacità di trovare nuovi modi di fare impresa e dal superamento di una mentalità assistenzialista che ha creato un ecosistema pubblico-privato parassitario.

Leggi l’articolo del Financial Times

Michele (JpMorgan): il più grande problema dell'Italia è il debito

New York, 13 dic 09:00 - (Agenzia Nova) - L'Asset Management Global Cio di JpMorgan, Bob Michele, discute in una intervista a "Bloomberg" dello stato di instabilità politica e delle difficoltà economiche dell'Italia, e individua nel debito il problema più gravoso per il paese. Gli investitori, spiega Michele, sono preoccupati "dalla qualità delle banche, come performeranno d'ora innanzi, come verranno gestiti i crediti deteriorati, e quali saranno i contraccolpi per il governo". Anche per Stephen Isaacs, presidente della commissione per gli investimenti di Alvine Capital, il problema centrale oggi è il debito accumulato dal sistema bancario italiano e il danno alla fiducia degli istituti di credito che ne deriva. "Nel settore bancario tutto dipende dalla fiducia. Una volta persa la fiducia, ci si trova in difficoltà". Per questa ragione, Isaacs giudica improbabile che il piano di ricapitalizzazione di Monte dei Paschi di Siena (Mps) possa avere un esito felice. "A breve termine, magari in prossimità delle prossime elezioni, ci dovrà essere un salvataggio pubblico".

Leggi l’articolo del Bloomberg Business Week

L'Italia pianifica il salvataggio di Monte dei Paschi di Siena nel caso di fallimento della soluzione privata

Londra, 13 dic 09:00 - (Agenzia Nova) - L'Italia, riferisce il quotidiano britannico "The Guardian", si prepara a lanciare un'operazione di salvataggio multimiliardaria per Monte dei Paschi di Siena nel caso in cui la banca non mettesse a segno l'estremo tentativo di ottenere cinque miliardi di euro da investitori privati. Secondo fonti del ministero dell'Economia e delle finanze, comunque, c'è fiducia nel fatto che Mps possa riuscire a raccogliere le risorse necessarie dal mercato nei prossimi giorni.

Leggi l’articolo del Guardian

L’ex premier Renzi prevede nuove elezioni a giugno

New York, 13 dic 09:00 - (Agenzia Nova) - Il presidente del Consiglio italiano dimissionario, Matteo Renzi, pensa che il paese andrà ad elezioni anticipate già nel mese di giugno 2017. Intervistato da "Quotidiano.net", Renzi ha augurato buona fortuna a Paolo Gentiloni, ministro degli Esteri uscente incaricato dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, di formare il nuovo governo. Secondo Renzi, "le prossime elezioni si terranno presumibilmente a giugno, con un sistema elettorale di tipo proporzionale". I parlamentari, ha precisato l'ex premier, tenteranno probabilmente di prorogarle sino a settembre, così da maturare il pieno diritto alla pensione da parlamentare. Anche secondo "Bloomberg", il premier designato potrebbe finire per "scaldare la poltrona del suo precedente titolare, Matteo Renzi". Pur essendo Renzi il principale sponsor di Gentiloni, "il nuovo arrivato potrebbe subire pressioni a farsi da parte nella prima metà del prossimo anno, perché Renzi vuole elezioni anticipate".

Leggi l’articolo del New York Times

Moscovici esclude una crisi bancaria italiana o europea

Parigi, 13 dic 09:00 - (Agenzia Nova) - Il commissario europeo agli Affari economici e monetari, Pierre Moscovici, ieri lunedì 12 dicembre ha escluso l'ipotesi di una crisi bancaria italiana o europea legata ai problemi di ricapitalizzazione degli istituti della Penisola in un momento di incertezza politica: "C'è un sistema bancario in cui la maggior parte degli istituti sono sani e ce n'è qualcuno che è pronto a fare degli sforzi e quindi la Commissione europea è al loro fianco", ha dichiarato Moscovici.

Leggi l’articolo del Figaro

In Italia vengono arrestati per traffico di esseri umani migranti e rifugiati costretti con armi puntate a manovrare le barche

Londra, 13 dic 09:00 - (Agenzia Nova) - Quasi ogni giorno, riferisce il quotidiano britannico "The Independent", le forze dell'ordine italiane arrestano uomini alla guida di barche usate per le migrazioni attraverso il Mar Mediterraneo, ma non sanno se siano trafficanti o migranti. I numeri complessivi non sono disponibili, ma solo nel porto di Pozzallo (Ragusa) quest'anno sono state arrestate 179 persone, tra le quali 26 minori. Ad Augusta (Siracusa), invece, si contano 190 arresti. Centinaia di migranti sono vittime della tattica usata dai veri contrabbandieri per evitare di essere catturati.

Leggi l’articolo dell’Independent

 

 


PANORAMA INTERNAZIONALE


Le Borse europee senza orientamento lunedì sullo sfondo dell'incertezza in Italia

Parigi, 13 dic 09:00 - (Agenzia Nova) - Le Borse europee hanno chiuso lunedì 12 dicembre senza un chiar orientamento sullo sfondo dell'incertezza in Italia ed in attesa della riunione della Federal Reserve statunitense che si aprirà oggi, martedì 13, e si concluderà domani mercoledì 14: "La giornata è stata molto calma dopo gli importanti aumenti della scorsa settimana" ha riassunto la situazione Alexandre Baradez, un analista di IG France, parlando all'agenzia di stampa "France Presse" (Afp) ripresa dal quotidiano "Le Figaro".

Leggi l’articolo del Figaro

Parigi agita carote e bastoni candidandosi a centro finanziario dell'Ue

Londra, 13 dic 09:00 - (Agenzia Nova) - L'attività di lobbying svolta dalla Borsa di Milano a Londra la scorsa settimana, in vista dell'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea, sarebbe stata comica se la situazione non fosse tragica, osserva il "Financial Times" in riferimento alla tempistica infelice dell'iniziativa del centro finanziario italiano, subito dopo il referendum costituzionale che ha fatto precipitare nel caos la politica e la finanza. Se mai esistesse la possibilità che attività attualmente collocate nella City possano spostarsi in Italia, non è il momento giusto per il corteggiamento. Il gioco, invece, è ora favorevole ad altri concorrenti dell'area dell'euro, in particolare a Parigi.

Leggi l’articolo del Financial Times

105 anni fa la Francia acquistava Palazzo Farnese

Parigi, 13 dic 09:00 - (Agenzia Nova) - Il quotidiano "Le Figaro" ricorda la storia di come il Palazzo Farnese a Roma, fino a quel momento di proprietà dei Borbone delle Due Sicilie, il 13 dicembre del 1911 venne acquistato dalla Francia che del resto lo aveva utilizzato come propria ambasciata in Italia sin dal 1874.

Leggi l’articolo del Figaro

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi