Il voto dei cattolici in Francia ha un peso, ma non sarà quello decisivo

Aborto e nozze gay non sono temi di campagna, i candidati si guardano bene dal farsi stanare. La più efficace, al momento, è Marine Le Pen

Giuliano Ferrara

Email:

ferrara@ilfoglio.it

marine le pen cattolici elezioni francia

Il comizio di Marine Le Pen a Bordeaux (foto LaPresse)

Registrati per continuare a leggere

La registrazione è gratuita e
consente la lettura
degli articoli
in esclusiva del Foglio
per una settimana.

Se sei già abbonato, ACCEDI.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • margherita.baselli

    20 Aprile 2017 - 22:10

    lei ha proprio ragione.c è un Dio francese e Uno americano.in francia oggi cè un po di confusione.forse succederà ancora qualche cosa prima delle elezioni.anche i cristiani sono confusi e spesso poco motivati.giovanni b.

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    20 Aprile 2017 - 14:02

    Non sarà decisivo, può darsi. Ma si ritorna la suo "Popolo contro individui" Mi butto:analisi, alla buona, spicciativa, ba minus habens, delle cause che hanno portato alla “forma” attuale del dissidio, che peraltro è sempre esistito, tra popolo e individui. Alfabetizzazione di massa, cultura di massa, suffragio universale, libertà a 360°, democrazia di massa, diritti alle stelle, doveri alle stalle, la rete a portata di mano. L’insieme di queste condizioni, che appaiono eticamente ineccepibili e pilastri portanti della civiltà occidentale, sveglia il principio di realtà che precisa: “Troppo cuochi, guastan la cucina”. Infatti, nel popolo, tutti hanno l’aspirazione e credono di essere Georges Auguste Escoffier e, vogliono imporre i rispettivi manicaretti. L’andazzo è virale. Ma qualcosa non torna. Oppure è il migliore dei mondi possibili? Nessuno vuol tenere presente che: "Est modus in rebus".

    Report

    Rispondi

  • mauro

    20 Aprile 2017 - 09:09

    Scusi Ferrara, come fa a meravigliarsi della critica al Papa essendo per Dio, patria, famiglia? Se per Francesco la patria non deve esistere, la famiglia sì ma sopratutto quella allargata all'intera umanità, e Dio e Allah sono a ben rifletterci intercambiabili .

    Report

    Rispondi

Servizi