Il "ponte" rende più produttivi

In Germania si applica già il modello Google: qualità, non quantità

Il "ponte" rende più produttivi

Google Umbono Workspace, incubatore dell'azienda a Cape Town (foto Haldane Martin via Flickr)

C’è l’antico approccio calvinista – rigore, costanza, duro lavoro e poca vacanza – e poi c’è il più controverso approccio Google – relax, clima aziendale sereno, frullati di verdura, pochi giorni lavorativi ma intensi e produttivi. In Europa, dove la vecchia scuola si preferisce sempre alla nuova, il primo approccio è considerato alla base del successo economico germano-scandinavo. Il secondo, invece, andrà pur per la maggiore nella Silicon Valley dei nuovi tecno-yuppies, ma da noi non può funzionare. Questo è...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi